domenica,Settembre 26 2021

La Casetta blu apre al pubblico, inaugurato lo spazio dell’Agorà

Momenti di condivisione di un progetto che sta iniziando a prendere forma attorno alla Casetta Blu, fatto di terra, di casa, di eventi, di comunità, di suggestioni e sogni condivisi

La Casetta blu apre al pubblico, inaugurato lo spazio dell’Agorà

Il cancello si apre ed il songo è li, a portata di sguardo. È stato inaugurato venerdì sera lo spazio Agorà della Casetta blu, sulla statale 106, subito fuori da Reggio Calabria. Vi abbiamo raccontato che cosa, in modo differente, la Casetta ha rappresentato nell’immaginario delle persone, in sosta sulla statale tornando dal mare: per qualcuno era la casa delle fate, per altri la casa dei sogni, altri ancora giurano di averti vissuto anche, magari da bambini e conservano anche il ricordo. Per altri era la casa dei fantasmi: il regista Luigi Parisi, ad esempio, l’ha voluta a tutti i costi come scenario del corto mistery che uscirà tra qualche settimana.

In attesa che la casetta possa essere sistemata, la proprietaria, Maria Antonietta Zuccalà ha immaginato cosa lo spazio della casetta possa rappresentare per la collettività: un luogo di apertura verso il territorio, incontri, di eventi, di convivialità, di arte, di coltura e di cultura. L’apertura dello Spazio Agorà è stato il primo passo verso il sogno che, piano piano, e con l’aiuto di tante persone che sentono un legame e un’affezione verso la casa si procederà. Un primo passo apprezzato per il pubblico che non vedeva l’ora di poter ammirare la casa da vicino.

«Oggi finalmente – ha raccontato Zuccalà – sarà possibile accedere al terreno intorno alla casa, e vedere la casa da fuori e assistere all’inaugurazione dello spazio dell’Agorà, lo spazio del sapere, della cultura, degli incontri. Ci sarà arte, cultura e musica, un momento di unione come inizio di attività da proporre nei prossimi giorni e mesi. Speriamo che questo sogno diventando una realtà si concretizzi in qualcosa di meno lontano dalle persone e più condiviso. Quindi l’attrazione è veder questa casa da tanti amata e desiderata e noi vorremo che, oltre alla Casetta blu, si amassero le attività che insieme possiamo proporre».

Durante la serata la posa delle prime piastrelle artistiche, delle prime mattonelle fatte in terracotta, fatte a amano da Arte Tuia, artisti di Serrata con cui si potrà lavorare ancora per raccontare, insieme ad altri attori, per lavorare insieme la terra e per l’arte e la bellezza.

top