domenica,Agosto 14 2022

Un libro sospeso … e la lettura diventa bene comune e condivisione

Fino alla fine della settimana, ancora possibile contribuire all’iniziativa. I libri acquistati saranno donati alla costituenda biblioteca di Arghillà, alla scuola Italiana in Piazza e al centro Centro Diurno Lilliput

Un libro sospeso … e la lettura diventa bene comune e condivisione

Un libro per aprire mondi ed esplorare luoghi dell’immaginazione, per educare alla scoperta e alla meraviglia, per costruire dialogo e relazione. Un libro per alimentare integrazione e avvicinare le persone, per generare quella bellezza capace di sfidare il degrado e di contribuire a sanarlo. Un libro per contrastare il disagio con la cultura e l’esercizio della fantasia. Un libro da donare per contribuire all’accrescimento del patrimonio librario di presidi impegnati a Reggio Calabria nell’accoglienza, nell’inclusione, anche e soprattutto nei quartieri più disagiati.

Ecco lo scopo dell’iniziativa del Libro Sospeso, attraverso il quale, presso le librerie aderenti, è possibile scegliere un bel libro, pensando a una bambina o a un bambino, a una ragazza o a un ragazzo che grazie a questo contributo potrebbero leggerlo, acquistarlo, lasciarlo nel cesto e, qualora si voglia, scrivere anche un messaggio o una dedica.

Una pratica di condivisione, mutuata dal tradizionale caffè sospeso di Napoli, per aprire le porte del mondo della lettura non sempre liberamente accessibile. Questa iniziativa si propone di rimuovere qualche ostacolo, rendendo di fatto la lettura un’occasione di incontro e l’adesione all’iniziativa un esercizio di solidarietà e impegno civile.

La raccolta che tradizionalmente si conclude il 6 gennaio, quest’anno godrà di una piccola proroga. Sarà dunque possibile aderire con la donazione di libri fino alla fine della settimana. Il prossimo 10 gennaio, le volontarie e i volontari delle realtà promotrici – Nati per Leggere Reggio Calabria, Caritas Diocesana Reggio Calabria-Bova, La Biblioteca dei Ragazzi e delle Ragazze, Help Center Casa di Lena, UDI Reggio Calabria – ritireranno i libri donati per consegnarli alla costituenda biblioteca di Arghillà, alla scuola Italiana in Piazza e al centro Centro Diurno Lilliput di Reggio Calabria, ai quali quest’anno la raccolta è destinata.

top