venerdì,Agosto 19 2022

“Scilla Jazz Festival”, ai nastri di partenza la VI edizione

La prima serata del 6 agosto vedrà la presenza del grande trombettista Fabrizio Bosso, in un’eccezionale performance tra il jazz e la tradizione spiritual

“Scilla Jazz Festival”, ai nastri di partenza la VI edizione

Il Comune di Scilla ha ospitato questa mattina la conferenza stampa di presentazione ufficiale dell’estate scillese di cui fiore all’occhiello sarà la VI edizione dello “Scilla Jazz Festival” con gli attesi appuntamenti musicali che torneranno nelle suggestive location del Castello Ruffo e di Piazza San Rocco tra il 6 e l’11 agosto.

A introdurre gli eventi sono stati gli interventi del Sindaco di Scilla, Pasqualino Ciccone, dell’assessora alla Cultura, Maria Gattuso, i consiglieri comunali e del Direttore artistico del festival, Francesco Barillà.

La prima serata del 6 agosto vedrà la presenza del grande trombettista Fabrizio Bosso, in un’eccezionale performance tra il jazz e la tradizione spiritual accompagnato dagli altri membri dello “Spiritual Trio” Alberto Marsico all’organo e Alessandro Minetto alla batteria. Un omaggio alla musica nera e un viaggio pieno di emozioni attraverso i brani più significativi dei lavori discografici del trio.

Innovatrice della scena jazzistica italiana, Ada Montellanico salirà sul palco di Piazza San Rocco il 7 agosto, accompagnata da Andrea Molinari alla chitarra in una serata alla ricerca della fusione della lingua italiana con il jazz e l’improvvisazione nel suo “Round and Round”. Mentre l’8 agosto ritorna l’incontro con una tappa del Derive Festival che darà vita a una serata rock dal tono gitano grazie alla Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar.

Nuovi ponti tra il jazz, il folclore, e il tango saranno proposti nelle note di Javier Girotto e Vince Abbracciante Duo nella cornice storica del castello il 10 agosto. Infine, la serata conclusiva dell’11 agosto sarà affidata alle sonorità jazz melodiche del pianista Nicola Sergio e del flautista coreano Ujin Ko, che si esibiranno in improvvisazioni e i brani nati dal loro incontro parigino che fonderanno l’esperienza nazionale con quella internazionale.

Nella sua breve ma peculiare tradizione lo SJF si è distinto per l’aspirazione ad esaltare la musica attraverso il connubio con altre forme d’arte e di cultura, così anche quest’anno la rassegna sarà accompagnata dalla mostra d’arte contemporanea internazionale a cura del museo MIIT ed Italia Arte, visitabile presso le sale del castello dal 10 al 20 del mese; inoltre, la manifestazione ospiterà la presentazione e il reading con l’autore del volume sui Bronzi di Riace, il 6 agosto.

«Sarà un’estate all’insegna del divertimento, in cui abbiamo cercato di allietare il soggiorno dei turisti e i nostri cittadini. – ha spiegato il sindaco Ciccone – Ci saranno numerose occasioni che vanno dalla musica di tutti i generi, alla presentazione di libri importanti, a mostre artistiche e naturalmente lo Scilla Jazz Festival. Il nostro festival jazz è un evento ormai storicizzato negli anni e ospiterà nomi importanti. Tutti questi eventi contribuiranno a dare una svolta dal punto di vista culturale e mettere in evidenza la città e la sua grande storia mitologica».

Il direttore artistico dello SJF, Francesco Barillà ha poi promosso con entusiasmo la manifestazione: «Lo SJF arriva all’anno 6 e quest’anno con delle presenze estremamente importanti. La rassegna è riuscita a diventare attrattore a livello nazionale nel circuito jazz, avendo nel tempo ricevuto grandi riscontri e prestigiose adesioni. I nostri eventi, ci teniamo a sottolineare, sono gratuiti grazie all’impegno dell’amministrazione comunale e ora aspettiamo il pubblico che potrà fruire non solo delle nostre serate di musica ma anche della città in modo nuovo, grazie all’ascensore e alla navetta che libereranno il circuito urbano».

top