martedì,Novembre 29 2022

“Memissima Festival” a Torino, Lo Statale Jonico incontra Edoardo Tresoldi

L'autore di Opera: «A Reggio pensavo di realizzare un luogo contemplativo e invece ho realizzato un luogo di dibattito»

“Memissima Festival” a Torino, Lo Statale Jonico incontra Edoardo Tresoldi

È la splendida cornice dell’Off Topic ad accogliere gli ospiti “Memissima Festival“, la prima rassegna italiana dedicata ai meme.

Forma espressiva principe dei social, distrazione di massa, provocazione, arte. Tutto questo e molto altro sono i “meme”, fenomeno che la due giorni del Festival (18-19 novembre) esplora in tutte le sue manifestazioni.

«Memissima è un festival nato per approfondire, sperimentare e ‘cazzeggiare’ attraverso i meme e i loro mille mondi – dichiara Max Magaldi, artista e direttore artistico del festival – Ogni anno condensiamo in due giorni talk, eventi e un’azione memetica sperimentale, provando a far incontrare persone (admin di pagine, memers, appassionati) che dì solito si incontrano solo virtualmente. Memissima prova a trasformare le community in comunità».

Nell’ambito del ricchissimo programma del Festival, venerdì 18, anche il panel che non ti aspetti: Edoardo Tresoldi, artista tra i più innovativi e noti del panorama italiano, incontra Isidoro Malvarosa, una delle due anime de “Lo Statale Jonico“, la pagina leader della satira calabrese.

A far scoccare la scintilla di un incontro tra sperimentazione e ironia, proprio il meme che Lo Statale Jonico ha realizzato in occasione della celebre installazione di Tresoldi sul Lungomare di Reggio Calabria.

Meme tra i più virali del 2020 che ha contribuito a inserire Opera nel dibattito pubblico di Reggio Calabria e non solo.

Tanti gli spunti di riflessione emersi nel corso di una discussione che ha spaziato tra arte e importanza dei social nella creazione di un senso di comunità.

«A Reggio pensavo di realizzare un luogo contemplativo e invece ho realizzato un luogo di dibattito. Poi sono arrivati i meme ed è nato il dibattito contemplativo. Evviva lo spazio pubblico! Evviva la Calabria!»
Ha dichiarato l’autore di Opera.

«Cerchiamo da anni di portare avanti un’opera di emancipazione della satira – e dell’autoironia – in Calabria, senza trascurare l’aspetto ‘divulgativo’ del mezzo. Quest’esperienza ha sottolineato una volta in più l’importanza dei social nel dibattito pubblico e l’importanza di battute e meme nel ‘fare opinione’ all’interno della comunità», ha concluso Isidoro Malvarosa.

Articoli correlati

top