domenica,Aprile 21 2024

Delianuova e le sue meraviglie prima tappa delle “Domeniche del Fai”

Giornata tutta da vivere, il 5 febbraio, con il Fondo Ambiente Italiano, verso luoghi da scoprire e amare

Delianuova e le sue meraviglie prima tappa delle “Domeniche del Fai”

Delianuova e le sue meraviglie costituiscono la prima tappa de “Le Domeniche del FAI”, iniziativa con la quale la Delegazione reggina – guidata da Dina Porpiglia – intende proseguire il percorso avviato con le Giornate FAI d’Autunno, sulle orme del Rinascimento Calabrese.

L’evento si svolgerà il prossimo 5 febbraio, per accendere i riflettori su tre perledella città di Delianuova: la Chiesa di S. Nicola Vescovo, con la sua Madonna della Visitazione; il tempio di S. Maria Assunta e la suggestiva Via della Pietra Verde, autentico “gioiello” della città pianigiana.

«Una giornata – si legge in una nota – che porterà i visitatori dinanzi al capolavoro di Giovan Battista Mazzolo, scultore carrarese documentato a Messina tra il 1512 e il 1550, e alle architetture che impreziosiscono la città lungo il percorso della pietra verde».

Un intenso programma, messo a punto dai delegati del Fondo Ambiente Italiano, che vedrà impegnati volontari e Ciceroni d’accezione: gli esperti Franco Palumbo, Pasquale Faenza, Nino Princi, Lucilla Pietropaolo-Gatto e Giuseppe Carbone.

Dalle 10:30 alle 17:30, una giornata imperdibile, occasione di conoscenza e condivisione all’insegna dell’arte, della natura e della buona gastronomia.

Cosa vedere

La Madonna con Bambino: troneggia sull’altare centrale della chiesa di San Nicola di Delianuova, sull’elegante scannello poligonale che riporta scolpiti episodi della vita di Maria. La Visitazione al centro, la scena dell’Annunciazione divisa tra la figura dell’Arcangelo Gabriele e quella della Vergine Annunciata sugli sguanci laterali, con a seguire gli emblemi della famiglia Spinelli.

Delianuova e il suo tesoro “verde”: 15 portali, fontane, scalinate e mensole variamente modellate nella pietra utilizzata dagli scalpellini locali solo in questo luogo, grazie alla cava di località Cotripa e fino al 1933.

Non mancherà la musica: nel programma la visita alla Scuola e al suo Museo, con performance dei musicisti dell’Orchestra Giovanile di fiati “G. Scerra” di Delianuova.

«Una giornata conviviale – si legge ancora – nella quale si degusteranno ottime pietanze tipiche. Per una Domenica del FAI nella quale godere con gioia della propria terra e delle sue bellezze. “Chiunque tu sia, godi lieto, bevi grato, va via memore”: questo il messaggio che l’evento intende lasciare nella memoria di quanti vorranno unirsi alla giornata, così come recita l’epigrafe apposta sulla più antica fontana di Delianuova, l’unica rimasta dopo il terremoto del 1783».

Ed ecco, dunque, il ricco programma: punto di ritrovo alla Chiesa di San Nicola a Delianuova. 10:30 Raduno Chiesa di San Nicola di Delianuova. 11:00 Visita guidata alle Madonne della Visitazione e dell’Assunta. 12:00 Percorso della Pietra Verde: Portali, Fontane e Maschere. 13:00 Pranzo alla Vecchia Segheria. Euro 25 in convenzione. Pranzo tipico con possibilità di scelta per extra. 15:30 Visita alla Scuola di Musica e al suo Museo con performance dei musicisti dell’Orchestra Giovanile di fiati “G. Scerra” di Delianuova. Il Fai RC ringrazia per la preziosa collaborazione: Comune di Delianuova; l’Associazione culturale “Nicola Spadaro” e il presidente Francesco Palumbo; l’Orchestra Giovanile di Fiati ‘Giuseppe Scerra’ di Delianuova; l’Accademia Italiana della Cucina – Delegazione Gioia Tauro- Piana degli Ulivi e il Delegato Avv. Ettore Tigani.

𝐋𝐚 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞𝐜𝐢𝐩𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐚𝐥𝐥’𝐞𝐯𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐫𝐢𝐜𝐡𝐢𝐞𝐝𝐞 𝐥𝐚 𝐩𝐫𝐞𝐧𝐨𝐭𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐚𝐢 𝐬𝐞𝐠𝐮𝐞𝐧𝐭𝐢 𝐧𝐮𝐦𝐞𝐫𝐢 𝟑𝟑𝟓𝟔𝟕𝟐𝟖𝟏𝟖𝟕 – 𝟑𝟒𝟖𝟎𝟏𝟐𝟕𝟎𝟗𝟓.

Articoli correlati

top