venerdì,Giugno 21 2024

Salone del Libro di Torino, presentato il videoclip “L’Aspromonte” di Paolo Sofia

Il brano tratto dall’album “L’albero di more” scritto a quattro mani con Gioacchino Criaco

Salone del Libro di Torino, presentato il videoclip “L’Aspromonte” di Paolo Sofia

Al Salone internazionale del Libro di Torino c’è stato grande entusiasmo per uno speciale reading musicale con il lancio di un nuovo videoclip tra storie, suoni e profumi dell’Aspromonte. Paolo Sofia ha presentato nello stand istituzionale della Regione Calabria il video del brano “L’Aspromonte” (uscito ora su youtube), tratto dal progetto musicale “L’albero di more”, prodotto da Calabria Sona, che ha riscosso molto successo negli anni passati.

Un lavoro che trae ispirazione dai personaggi e dai temi del romanzo di Gioacchino Criaco “La maligredi” e che racconta di una Calabria e di un Sud disperato, appassionato e combattivo, che emerge tra i versi delle canzoni intrecciate a suoni ritmati e armonici di musicalità etniche. Sofia, autore musicale e interprete dalla grande personalità, che vanta esperienze artistiche internazionali di altissimo profilo e una cospicua produzione discografica, ha offerto la sua suggestiva rilettura della poetica dello scrittore calabrese all’appuntamento più importante della cultura italiana. Tra musica e letteratura, è stato accompagnato a Torino da artisti di talento come Simone Chiricosta, chitarra semi acustica, e Domenico Stranieri, chitarra acustica, nell’ambito di una iniziativa organizzata dall’Accademia dei Caccuriani nella persona del Presidente Adolfo Barone.

Nella prestigiosa vetrina della Fiera del libro è stato, quindi, presentato in anteprima il video, diretto da Giuseppe Marasco con il montaggio di Massimo De Masi, ed interamente girato in Aspromonte, precisamente nel comune di Sant’Agata del Bianco. Alle riprese de “L’Aspromonte” ha partecipato, inoltre, l’associazione “Gruppo spontaneo” Teatro di Bovalino. «Un luogo che apre gli occhi sul mondo, dove l’aria è profumata e leggera, dove negli anfratti si nascondono gli abitanti di un microcosmo fatato e universale», racconta Paolo Sofia che ha tradotto in musica tutta l’intensità del mondo raccontato da Gioacchino Criaco. «E’ stato davvero emozionante poter presentare questo lavoro nello stand della Regione Calabria e davanti ad un pubblico attento e variegato, tra vecchi e nuovi amici. E’ difficile riassumere in pochi minuti i contenuti e le suggestioni artistiche che hanno caratterizzato il progetto de L’albero di more, ma il videoclip vuole rappresentare l’occasione per raggiungere la più vasta platea del web e far conoscere il fascino autentico dell’Aspromonte e l’identità storica popolare legata al nostro territorio».

Articoli correlati

top