lunedì,Febbraio 26 2024

Lingua greca in Calabria, a luglio una spedizione di ricerca in Bosnia Erzegovina

Ventura: «Lo scenario sociolinguistico offre analogie e parallelismi con quello calabrese tali da promettere interessanti spunti di ricerca»

Lingua greca in Calabria, a luglio una spedizione di ricerca in Bosnia Erzegovina

«Lo scenario sociolinguistico della Bosnia Erzegovina offre analogie e parallelismi con quello greco di Calabria, tali da promettere interessanti spunti di ricerca e riflessione per la rivitalizzazione della nostra minoranza linguistica. Per questo motivo mi recherò nei Balcani durante la prima metà di luglio, per costatare l’efficacia delle soluzioni lì adottate e trarne delle buone pratiche».
Così ha dichiarato in una nota stampa lo studioso Francesco Ventura, recentemente ammesso tra i soci aderenti alla Deputazione di Storia Patria per la Calabria, impegnato dal 2015 come attivista in favore della comunità di minoranza linguistica greca di Calabria.
«La Bosnia in relazione al greco di Calabria è al centro delle mie attenzioni fin dal 2019, quando durante il IV Convegno “Franco Mosino”, tenutosi a Melito Porto Salvo, si è iniziato ad approcciarsi alla peculiarità di questa repubblica federale balcanica plurilingue e bialfabetica – prosegue Ventura – Dopo uno studio della letteratura scientifica, iniziato durante le costrizioni della pandemia e proseguito con costanza, sono convinto che sia fondamentale un sopralluogo per raccogliere sul campo impressioni e dati utili ad una migliore comprensione dello scenario».
Francesco Ventura ha già svolto periodi di ricerca in Europa, è impegnato al perfezionamento di un progetto di ricerca in politiche linguistiche da proporre in sede di dottorato, di recente ha infine promosso un ricorso presso la Città Metropolitana, per ottenere l’adozione di alcuni correttivi con cui rimodulare un avviso pubblico esplorativo relativo al servizio dei cosiddetti sportelli linguistici.
«Questa spedizione avrà un costo, di cui quasi la metà è già stato coperto con una colletta tra amici, attivisti e simpatizzanti, che ringrazio di cuore per la fiducia riposta – conclude Ventura – Questo cofinanziamento ha un ruolo fondamentale, poiché sta contribuendo a rendere sostenibile una spesa altrimenti al di là delle mie attuali capacità e possibilità».

Articoli correlati

top