venerdì,Maggio 24 2024

Siderno, servizio civile universale: incontro-confronto degli operatori volontari

Progetti che si realizzano nei Comuni di Locri, Siderno, San Luca, Platì, Sant'Ilario dello Ionio e Sant'Agata del Bianco e che vedono a sostegno dell’iniziativa una rete di enti del terzo settore

Siderno, servizio civile universale: incontro-confronto degli operatori volontari

Si è appena tenuto a Siderno un evento di incontro e confronto tra i 33 giovani operatori volontari che hanno da poco preso servizio nei diversi progetti inseriti nel programma annuale di Servizio Civile Universale denominato “Locride Educante 2023”. Un programma elaborato per il contrasto della povertà educativa nel comprensorio locrideo che è stato promosso da una rete con ente capofila l’Associazione Civitas Solis in partenariato con i comuni di Siderno, Sant’Ilario dello Jonio e Sant’Agata del Bianco e con le associazioni Ymca Siderno ed Amesci.


Progetti che si realizzano nei Comuni di Locri – Siderno – San Luca- Platì- Sant’Ilario dello Ionio – Sant’Agata del Bianco e che vedono a sostegno dell’iniziativa una rete di enti del terzo settore e di enti pubblici tra cui l’associazione Consulting Prodest, la cooperativa sociale Hermes 4.0, l’Istituto professionale di Stato Industria e Artigianato Ipsia.


Dopo una descrizione del programma da parte di Francesco Mollace, direttore di Civitas Solis e della coordinatrice del Servizio Civile, Pasqualina Caruso, si è passati al coinvolgimento diretto dei giovani che hanno lavorato in team per condividere esperienze e aspettative e per confrontarsi con il team dell’associazione Civitas Solis che sovraintende alle azioni di “Locride Educante” e che festeggia i trentacinque anni di attività dalla fondazione avvenuta nel lontano 1988.
All’incontro infatti, oltre ai giovani operatori volontari, hanno partecipato anche gli operatori locali di progetto, i coordinatori e le figure professionali impegnate nei singoli progetti che compongono il programma di intervento. Presenti a supportare i ragazzi anche i rappresentanti degli enti pubblici, sedi di accoglienza di Civitas Solis sul territorio, i referenti dei principali ETS e delle scuole che collaborano nel circondario con l’associazione. L’evento infatti è stato ospitato a Siderno, presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Guglielmo Marconi” diretto da Giuliana Fiaschè.


Salvatore Pellegrino vicesindaco di Siderno e assessore alle politiche sociali, presente all’evento nell’augurare buon lavoro ai giovani da poco avviati al servizio ha dichiarato: “in collaborazione con Civitas Solis stiamo mettendo in campo alcuni progetti importanti per rafforzare le politiche giovanili del territorio di Siderno e delle aree limitrofe. So che darete il massimo dell’impegno e determinazione. Una esperienza formativa importante, il mio augurio personale e a nome dell’amministrazione di Siderno è di un buon lavoro e per chi svolgerà il servizio nella nostra città, ci troverete pronti ad accogliervi a braccia aperte come certo accadrà anche negli altri enti.» Di seguito l’intervento dell’assessora alla Pubblica Istruizione Francesca Lopresti, «… anche questi incontri sono importanti, aiutano voi ma aiutano anche noi amministratori a comprendere quali sono le vostre aspettative e dove possiamo andare a modificare, se necessario, i nostri programmi per offrirvi tutti gli strumenti di crescita personale, formativa, lavorativa e culturale che meritate”. La professoressa Daniela Laporta, intervenuta a nome del dirigente scolastico dell’Ipsia Gaetano Pedullà. ha affermato «sono davvero contenta di vedere che anche nostri ex alunni sono ora impegnati in attività ad alto contenuto formativo e sociale come il servizio civile universale e per questo che da anni collaboriamo con Civitas Solis per ridurre il tasso di povertà educativa del nostro territorio».

All’Associazione Consulting Prodest infine, il compito di mettere a disposizione del programma di Servizio Civile il proprio know how in termini di lavoro in rete, team building, metodi di comunicazione. Il partecipato incontro, infatti ha avuto lo scopo di promuovere la condivisione degli obiettivi dei vari progetti in un quadro unitario di cooperazione e networking.

Con il supporto dell’associazione Consulting Prodest, infatti, si è creato un gruppo di facilitazione che ha guidato il gruppo degli operatori volontari, gli OLP e lo staff dei singoli progetti in attività di team building, realizzate tramite metodologie non formali.
Molto intense le testimonianze dei giovani coinvolti nei vari progetti di servizio civile universale in corso. E’ emerso l’entusiasmo per l’impegno svolto a favore di una comunità fragile come quella della Locride, ma anche la voglia di dare un supporto al territorio al termine delle attività progettuali. La necessità di una differente narrazione della Locride, di un affrancamento dagli stereotipi ai quali quasi noi stessi ci stiamo abituando. I ragazzi non ci stanno e si sono messi al lavoro per indicare nuove strade.
Chiudendo l’evento Mollace ha dichiarato: «l’entusiasmo di tutti voi nel voler fare la differenza è ossigeno per le nostre attività e dimostra la voglia di impegno sociale di tanti giovani nel territorio. Servono però politiche pubbliche che possano dare continuità al vostro desiderio di spendervi nei comuni di intervento in particolare nelle realtà interne della Locride»

Articoli correlati

top