lunedì,Marzo 4 2024

Caulonia si confronta sul tema della violenza di genere

Un incontro organizzato dalla Commissione per le Pari Opportunità “Jole Santelli” del Comune

Caulonia si confronta sul tema della violenza di genere

È stato incontro di alto valore formativo-educativo quello che si è svolto a Caulonia, presso l’Auditorium Casa della pace “Angelo Frammartino, organizzato dalla Commissione per le Pari Opportunità “Jole Santelli” del Comune di Caulonia in occasione della “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne e di genere”.

«In qualità di amministratori stiamo lavorando in maniera instancabile per dare risposte alla comunità contro ogni forma di violenza, con un’attenzione particolare nei casi di violenza su donne e di genere. Come docente, inoltre, sono sempre stato accanto ai giovani che hanno avuto delle problematiche, sostenendo anche le loro famiglie.

Nel fare tesoro di questa esperienza ritengo che sia indispensabile il coinvolgimento delle scuole e della comunità per sensibilizzare i giovani ad essere più consapevoli e di avere fiducia nelle istituzioni e nelle forze dell’ordine», è quanto ha dichiarato Francesco Cagliuso, sindaco di Caulonia, nel suo intervento al convegno. Il primo cittadino cauloniese ha aggiunto: «Come sindaco del comune capofila dell’Ambito Territoriale Sociale, che coinvolge 19 comuni della Locride, ho una visione delle criticità che ci sono sul territorio ma anche della consapevolezza che insieme possiamo creare una rete interistituzionale per contrastare qualsiasi forma di violenza».

Antonella Ierace, assessore alle politiche sociali di Caulonia, ha dichiarato: «È una giornata importante quella appena trascorsa, anche alla luce dei fatti accaduti negli ultimi giorni. Insieme alla Commissione Pari Opportunità abbiamo lavorato in sinergia per coinvolgere le scuole, che oggi sono presenti e che ringraziamo i dirigenti scolastici per la sensibilità che hanno verso tematiche così importanti per la crescita formativa degli studenti».

«Ritengo che il messaggio di oggi non si deve fermare sono alle celebrazioni del 25 novembre, ma è necessario si coinvolgano i giovani durante tutto l’anno, come stiamo facendo come amministrazione che ha in itinere progetti educativi con la Commissione Pari Opportunità», ha aggiunto l’assessore Ierace, che ha concluso ringraziando le Forze dell’Ordine che svolgono costantemente un importante controllo del territorio e di vicinanza con la comunità: «Il contrasto alla violenza di genere parte dall’educazione in famiglia e nella scuola, ognuno di noi ha il dovere di contribuire a formare i nostri giovani affinché non si sentano più tristi notizie».

In apertura dell’incontro la Presidente della Commissione per le Pari Opportunità “Jole Santelli” di Caulonia, dott.ssa Alessandra Chiera, ha evidenziato l’importanza della manifestazione che ha volutamente coinvolto gli studenti per sensibilizzarli ad una tema di alto valore sociale, ricordando che il 25 novembre non è solo rivolto al contrasto delle violenze subite dalle donne, ferite nel corpo e nell’anima, ma anche a coloro che ne assistono e vivono in maniera indiretta in maggior modo i minori.

Ad introdurre e moderare i lavori è stata la dott.ssa Adele Caraffa, assistente sociale specialista e componente della Cpo “Jole Santelli”, che ha sottolineato la necessità di coinvolgere i giovani e fargli comprendere l’importanza di essere consapevoli e di avere fiducia nelle istituzioni. Del medesimo tenore l’intervento del Consigliere della Città Metropolitana Rudi Lizzi, che ha ricordato l’impegno dell’amministrazione metropolitana attraverso numerosi progetti sulla legalità. Per il Consigliere Regionale Salvatore Cirillo, che ha inviato una lettera perché impegnato fuori sede per motivi istituzionali, il convegno è una «Occasione per ripartire e programmare un anno formativo rivolto ai giovani». Il consigliere Cirillo ha aggiunto: «Dobbiamo vincere questa sfida sociale e pensare ad interventi legislativi che tengano presenti i bisogni del territorio». Il capitano dei carabinieri Marco Zavattaro, comandante della Compagnia Carabinieri di Roccella Ionica, ha rivolto un messaggio ai numerosi giovani presenti invitandoli ad avere fiducia nelle forze dell’ordine evidenziando che i presidi presenti sul territorio sono sempre disponibili ad ascoltarli.

Grande emozione ha suscitato il video realizzato dagli studenti dell’Istituto tecnico agrario, sede associata dello Zanotti Bianco diretto dalla prof.ssa Ilaria Zannoni, vice preside Daniela Circosta. L’elaborato multimediale è stato realizzato in collaborazione con le docenti Melania Di Bella e Valentina Mazzaferro. Altrettanto toccanti sono state le testimonianze dirette rese nel corso dell’incontro da parte di 2 donne vittime di violenza, che hanno inteso raccontare con le proprie storie quanto subito e come sono riuscite a ritornare ad essere libere.

Sono seguite le interessanti relazioni della dott.ssa Alessia Cotrona, psicologa e psicoterapeuta familiare, dell’avv.ssa Caterina Origlia, responsabile dello Sportello Legale antiviolenza del comune di Siderno, presidente del Lions Club di Siderno, da sempre impegnata in prima linea in favore delle donne e della parità di genere.  Sono seguiti gli interventi dell’Ispettore di P.S. Patrizia Liguori e della Vice Sovrintendente di P.S. Maria Angela Detuglie, entrambe in servizio presso il Commissariato di Polizia di Siderno, che hanno approfondito le disposizioni normative in materia di violenza di genere. Ha concluso l’incontro la dr.ssa Oppedisano Loredana, psicologa psicoterapeuta associazione S.IN.A.PSi, Progetto R.E.S.P.I.R.O., che ha attirato l’attenzione dei giovani presenti nell’Auditorium.

Articoli correlati

top