martedì,Febbraio 27 2024

Reggio, al “Radice Alighieri” arriva alle battute finali “La Sciarpa Artina”

L’iniziativa si è snodata in diverse date che hanno toccato quasi tutto il mese di novembre e vari punti del territorio reggino

Reggio, al “Radice Alighieri” arriva alle battute finali “La Sciarpa Artina”

In data 28 novembre 2023, presso l’IC “Radice Alighieri” di Catona RC, si è svolto il penultimo appuntamento del ricco programma previsto dall’iniziativa La Sciarpa Artina, organizzato dall’associazione culturale Melany Art l’Oasi Creativa volto alla sensibilizzazione contro ogni forma di violenza di genere.

L’iniziativa si è snodata in diverse date che hanno toccato quasi tutto il mese di novembre e vari punti del territorio reggino, proprio per diffondere ad ampio spettro un messaggio di condivisione e sensibilizzazione verso la tematica della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne ma anche di sostegno verso le donne vittima di violenza.

Presenti a questo incontro il presidente dell’associazione, promotrice dell’iniziativa stessa,  la sig.ra Pavone Teresa, l’avvocato Francesca Gangemi, presidente dell’associazione ODV In Cammino, la docente Maria Labate, secondo collaboratore  del Dirigente scolastico, la sig.ra Simona Sapone, e la madrina d’eccezione la signora Maria Antonietta Rositani che si  è detta felicissima e tanto emozionata nel constatare l’impegno e l’attenzione che i piccoli allievi hanno dimostrato verso la tematica molto importante e delicata quale è la violenza sulle donne: ”Siete voi i futuri uomini e donne, i futuri principi azzurri e principesse di un amore da  favola che va vissuto nel rispetto della figura femminile, l’amore vero è libero, senza abusi, paure, restrizioni e violenza”, questo il messaggio della madrina che ha incantato tutti i numerosi presenti per il suo delicato , emozionato e sentito intervento. Il lungo pomeriggio è iniziato con lo start dei progetti affidati, dall’associazione organizzatrice dell’iniziativa stessa, agli studenti partecipanti a “Una Panchina per Sperare” e al concorso artistico “L’Amore non lascia Lividi, Ti Amo da Vivere”.

Gli allievi che hanno aderito al progetto “Una Panchina per Sperare” si sono cimentati, con l’aiuto dei docenti di riferimento, nella decorazione di una panchina, consegnata dall’associazione nel mese di ottobre, costruita con materiali di scarto, delle semplicissime pedane che sono state trasformate in una panchina e  in un’opera d’arte diventata l’emblema contro la Violenza sulle Donne della scuola Primaria plesso Catona Centro, coniugando un doppio messaggio di sensibilizzazione quello socio-culturale della non violenza verso le donne e quello ambientale, nel rispetto e tutela di ciò che ci circonda. Gli studenti che invece hanno aderito al concorso artistico, hanno intrapreso un percorso formativo, insieme alle docenti di riferimento, che si è concluso con la creazioni di manufatti artistici iscritti poi al concorso.

Le opere sono state esposte durante la mostra espositiva tenutasi il 13 novembre, giornata battesimo dell’iniziativa, giunta alla 2° edizione, presso il campo sportivo Domenico Pellicanò di Bocale RC, e poi il 19 novembre presso la parrocchia santa Maria d’Itria Rosalì RC, per poi spostarsi presso i locali del plesso Catona centro, dove può essere visitabile anche per il mese di dicembre. Nella giornata del 28, oltre all’esposizione delle opere si è effettuata anche la premiazione e la consegna del premio previsto dal bando di concorso. Tutte le opere sono state abbinate ad un codice numerico e il numero estratto, con un semplice e regolare sorteggio, è stato il numero 8, l’elaborato abbinato era “Non farmi male” eseguito dall’allieva Giorgia Gatto della classe 4°A, che ha ricevuto un buono regalo, presso la cartoleria Danny’s di Gianfranco Romanò, via Augusta a Pellaro, tra gli applausi e complimenti vivissimi espressi da tutti i presenti ed in particolar modo dalla madrina Maria Antonietta.

Tutti gli elaborati partecipanti al concorso, (Foto) saranno inseriti in un futuro calendario, progetto grafico, curato dall’associazione organizzatrice dell’evento insieme alla cartoleria suddetta, che verrà venduto, dietro un contributo simbolico, durante i prossimi mercatini di Natale organizzati dall’IC e il ricavato sarà devoluto, dall’istituto stesso, alla signora Maria Antonietta Rositani.

Durante il pomeriggio, hanno accompagnato la mostra delle opere d’arte e di “Una panchina per sperare”, tante esibizioni ed intermezzi poetici, l’allieva Arianna Crea della classe 4°A ha recitato la poesia dal titolo “Inno alla Vita”, poi è stata la volta dell’alunna Roberta Minniti della classe 4°B che ha recitato “Rispettiamo le donne”, entrambe le alunne hanno recitato i componimenti con tanta semplicità e trasporto emozionando tutti i convenuti.

La serata è poi proseguita con un monologo “In piedi signori davanti ad una donna” recitato dal sig. Pasquale Richichi, vice presidente dell’associazione In Cammino, particolarmente toccante il momento in cui tutti i signori presenti si sono alzati in piedi come  gesto simbolico di rispetto verso tutte le donne, di seguito una significativa coreografia sulle note della canzone “Vietato Morire”  di Ermal Meta, realizzata dagli alunni delle classi 4° A e B, infine il monologo “ Se domani non torno” declamato dalla docente  Fortunella Tramontana , nonché referente scolastico progetto Legalità Ambiente e Salute, che ha creato un clima di riflessione  condivisione e sensibilizzazione sfociato in un lungo applauso a tutte le compagini che si sono impegnate nella realizzazione della serata.

Consegna di attestati di partecipazioni a tutti gli allievi, e riconoscimenti  a tutte le maestranze presenti , a cura dell’artista locale la sig.ra Foti Maddalena Melania, nonché vice presidente dell’associazione organizzatrice dell’iniziativa stessa, ed  un ricco rinfresco offerto dall’associazione In Cammino, che  ha deliziato i palati di adulti e bambini, foto di rito e ringraziamenti vivissimi espressi dal presidente  Pavone Teresa a tutti i presenti e parti in causa  che hanno reso possibile la realizzazione di una grande opera relazionale, hanno accompagnato alla conclusione della serata.          

Articoli correlati

top