giovedì,Giugno 13 2024

Al Salone del Libro si parla di Strati e Costabile. Princi: «Orgogliosa per iniziative Calabria»

«Sono molto orgogliosa per l’entusiasmo che si sta registrando - ha concluso - intorno alle iniziative finora presentate al Salone di Torino nel nostro padiglione»

Al Salone del Libro si parla di Strati e Costabile. Princi: «Orgogliosa per iniziative Calabria»

La Regione Calabria, oggi al Salone internazionale del libro di Torino, tra le altre importanti iniziative del fitto calendario in programma fino a giorno 13, ha dedicato uno spazio a Saverio Strati e Franco Costabile, nella ricorrenza del Centenario della loro nascita.

Nel 2023 il presidente della Regione Roberto Occhiuto e la vicepresidente, Giusi Princi, hanno voluto istituzionalizzare il Comitato che si occupa di coordinare le attività per la celebrazione di uno dei più grandi e illustri scrittori calabresi in Italia. Il comitato sarà affiancato da un Comitato scientifico composto da professori, scrittori, ricercatori, prefatori di volumi, giornalisti, editori a cui affidare le attività intellettuali poste alla base del programma di promozione.

Tra le attività per il centenario rientra anche la riedizione di alcune opere di Strati sulle quali hanno relazionato, oggi nello stand della Regione Calabria, Luigi Franco, direttore editoriale casa Editrice Rubbettino, e Palma Comandè, nipote dello scrittore, difronte ad una platea di studenti del liceo Volta di Torino – che hanno elaborato un progetto sul testo “Il selvaggio di Santa Venere” – e del Liceo Mazzini di Locri.

«Strati – è stato sottolineato – non è uno scrittore calabrese, ma uno scrittore nato in Calabria e a noi calabresi deve essere particolarmente caro perché, con le sue opere, è riuscito a spiegarci e a farci capire meglio il luogo in cui viviamo e, quindi, la nostra identità».

Sul poeta lametino Costabile sono intervenuti Giovanni Mazzei, direttore artistico del Comitato Franco Costabile 100, e Paolo Mascaro, sindaco di Lamezia Terme, alla presenza degli studenti del Liceo Morelli di Vibo Valentia.

«Costabile ha dato voce a chi voce non aveva. Un esempio e una guida per le nuove generazioni. L’iniziativa di oggi – ha specificato la vicepresidente Princi – è anche parte di un progetto di sperimentazione, destinato alle scuole secondarie, che ha l’obiettivo di promuovere lo studio di importanti scrittori calabresi, come Strati e Costabile ma anche Alvaro o La Cava, le cui opere diventeranno parte integrante del curricolo scolastico. Anche quest’anno abbiamo voluto dare ampio spazio alle scuole calabresi che al Salone presenteranno i progetti realizzati durante l’anno scolastico». 

«Sono molto orgogliosa per l’entusiasmo che si sta registrando – ha concluso – intorno alle iniziative finora presentate al Salone di Torino nel nostro padiglione, che evidenziano in maniera evidente la grande voglia di cultura e il grande interesse verso la Calabria. Ma sono anche molta orgogliosa per il successo dell’allestimento del nostro stand moderno e accogliente, che si distingue per stile e contenuti sotto ogni punto di vista, e che è stato anche citato, in un articolo sul Salone de Il Fatto Quotidiano firmato da Camilla Tagliabue, per essere tra i più accorti e confortevoli come quelli del ministero degli Esteri e delle Camere. Tra i nostri obiettivi della partecipazione a questo importante evento letterario c’era anche quello di diffondere nel mondo la vitalità, le luci e i colori della nostra Calabria. Direi che ci stiamo riuscendo».

Articoli correlati

top