venerdì,Maggio 24 2024

Il Premio Nosside sbarca a Genova, domani l’incontro a palazzo Ducale

Proseguono le iniziativa in una visione è già un'anteprima della 40^ edizione del 2025

Il Premio Nosside sbarca a Genova, domani l’incontro a palazzo Ducale

Dopo il Primo Evento Mondiale svoltosi a La Habana (Cuba) il 29 febbraio, seguito dagli appuntamenti di Lentini (SR), Soleto (LE) e Reggio Calabria (quest’ultimo in concomitanza con i miei intensi 80 anni), il Premio Nosside sbarca per la prima volta a Genova in una location prestigiosa: il Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, sede storica per secoli della gloriosa Repubblica Marinara. È l’ennesima perla del cammino del Progetto Nosside da Reggio Calabria al mondo, che ha al suo attivo una scia lunga e prestigiosa in città italiane, europee e del continente americano.


Prosegue quindi il viaggio del Nosside 2024, che vive già la condizione di anteprima della 40^ edizione del 2025. Un traguardo straordinario per il progetto culturale nato sulla riva reggina del mitico Stretto di Scilla e Cariddi, intitolato alla poetessa Nosside di Locri, rappresentato nel logo da un’opera del grande artista reggino Umberto Boccioni, affiancato dall’artistica creazione dell’orafo crotonese internazionale Gerardo Sacco e illustrato da un nutrito gruppo di giovani artisti figli della città di Boccioni e Gianni Versace.


Il professore Pasquale Amato, presidente Fondatore del premio, illustrerà la strategia planetaria e le identità prioritarie del Progetto nonché le novità che lo arricchiscono nella XXXIX Edizione. Sarà affiancato dal prezioso apporto organizzativo del Coordinatore della Stanza della Poesia Claudio Pozzani e del poeta Ambasciatore del Nosside Alessandro Inghilterra e della partecipazione dello stesso Alessandro Inghilterra e di Ornella Fiorini e Alfredo Panetta, anch’essi Ambasciatori del Premio.


Per chi non lo sapesse gli Ambasciatori del Nosside vengono nominati nell’ambito dei Poeti Vincitori Assoluti di un’edizione del Premio, cui non possono più partecipare a vita come concorrenti.
L’approdo del Nosside a Genova si distingue per un altro valido motivo: è la città dove è nato Fabrizio De Andrè, il più grande cantautore italiano, considerato anche uno dei maggiori poeti del Novecento.Il denominatore comune del mondo poetico che unisce il Nosside con De Andrè è la ferrea convinta difesa di tutte le minoranze linguistiche e degli idiomi locali contro la tendenza dominante del pensiero unico e della lingua unica.


Strettamente connessa con questa prima volta del Nosside a Genova è la scelta dell’Edificio simbolo della storia gloriosa della Repubblica Marinara da quando nel 1339 divenne sede del primo Doge Simon Boccanegra e luogo dove si tenevano le sedute del Consiglio dei Capitani del Popolo, mentre la cittàaccresceva la propria potenza militare ed economica nel Mediterraneo. Repubblica che venne cancellata dopo secoli dal Congresso di Vienna nel 1815 annettendola al Regno di Sardegna.

Articoli correlati

top