sabato,Novembre 28 2020

L’accordo Ue-Cina esclude i prodotti calabresi. Bergamotto e torrone a rischio imitazioni?

A rischiare"usurpazioni" in riva allo Stretto ci sono, tra gli altri, il bergamotto, capocollo, clementine, liquirizia, olio, pancetta, salsiccia, soppressata, torrone di Bagnara

L’accordo Ue-Cina esclude i prodotti calabresi. Bergamotto e torrone a rischio imitazioni?

Di Francesco Bolognese – Il percorso lungo la via della seta potrebbe farsi arduo, soprattutto per alcuni prodotti identitari dello stivale d’Italia!
«L’UE e la Cina, si legge in una nota stampa Ue, hanno concluso i negoziati relativi ad un accordo bilaterale per proteggere da imitazioni e usurpazioni 100 indicazioni geografiche europee (IG) in Cina e 100 IG cinesi nell’UE».
Ciò è necessario in quanto «I prodotti a indicazione geografica europea sono rinomati in tutto il mondo per la loro qualità e i consumatori sono disposti a pagare un prezzo più elevato perché si fidano dell’origine e dell’autenticità di questi prodotti, ricompensando in questo modo gli agricoltori».
Nel merito, però, registriamo un “controcanto” che suona come un campanello d’allarme ed a intonarlo è Coldiretti Calabria.

«Non c’è molto da esultare per l’accordo siglato tra Unione Europea e Cina che protegge appena il 3% dei prodotti italiani a indicazione di origine anche se nella lista sono compresi i prodotti tipici più esportati all’estero ma con importanti esclusioni. Per l’Italia che è leader europea nelle denominazioni di origine ad essere tutelati in Cina per adesso sul totale di 863 prodotti Ig (299 Dop e Igp, 526 vini e 38 bevande spiritose) sono appena 26 specialità. L’accordo si è fermato ad Eboli perché ad essere tutelata per le produzioni DOP e IGP nel Sud è solo la mozzarella di Bufala”.
Ne discende, pertanto, “la mancata protezione di tutti gli altri marchi Made in Italy legittimi compresi le nostre 18 specialita’ Dop/Igp riconosciute a livello comunitario e 21 Doc e Igt per il settore vitivinicolo, ha dichiarato il presidente di Coldiretti Calabria Aceto».

A rischiare”usurpazioni” in riva allo Stretto ci sono, tra gli altri, il bergamotto (olio essenziale),capocollo, clementine, liquirizia, olio, pancetta, salsiccia, soppressata, torrone di Bagnara. Questo accordo entrerà in vigore l’anno prossimo.
Correzioni saranno possibili, ma solo “fra 4 anni, allorché l’accordo sarà esteso ad altre 175 indicazioni geografiche per parte”.