lunedì,Novembre 30 2020

Nucera pronto a manifestare per salvaguardare i posti di lavoro dello Studio radiologico di Siderno

«Faccio appello al senso di responsabilità delle Istituzioni e del Commissario Saverio Cotticelli affinché si possa trovare veloce ed efficace soluzione e si provveda all’erogazione delle spettanze dei circa 110 addetti impiegati»

Nucera pronto a manifestare per salvaguardare i posti di lavoro dello Studio radiologico di Siderno

«Mi unisco alla manifestazione in difesa dei lavoratori dello Studio Radiologico di Siderno che si terrà il 30 novembre prossimo alle 10:00 nei pressi dello Studio» – è quanto rende noto Giovanni Nucera, capogruppo “La Sinistra” e consigliere regionale delegato allo sport, politiche giovanili, associazionismo e volontariato.

«Faccio appello al senso di responsabilità delle Istituzioni e del Commissario Saverio Cotticelli affinché si possa trovare veloce ed efficace soluzione relativamente al pagamento degli arretrati e si provveda all’erogazione delle spettanze dei circa 110 addetti impiegati nei diversi servizi dello Studio radiologico, ad oggi senza stipendio da oltre cinque mesi. Lo Studio radiologico è finito nel vortice dell’inchiesta dei doppi pagamenti da parte dell’ASP e a farne le spese sono i lavoratori, coinvolti nel mancato accordo con l’ASP reggina che da molti mesi ormai non sta pagando le prestazioni già erogate. Il rischio che si profila all’orizzonte è che – in mancanza di una rapida soluzione – possano venire inoltre attivate le procedure di licenziamento, bloccando così i servizi essenziali e irrinunciabili che lo Studio radiologico fornisce sopperendo alle mancanze dell’ospedale pubblico su un vasto territorio come quello dell’area jonica» – continua il consigliere delegato Giovanni Nucera. 

“Saremo accanto ai lavoratori – e alle loro famiglie – in questa battaglia di dignità, per ridare speranza e fiducia ai tanti lavoratori che nonostante le difficoltà quotidiane hanno continuato a espletare con professionalità il loro lavoro e senza far vivere disagi ai pazienti. È dovere delle Istitzuinu salvaguardare e proteggere ciò che di efficiente il nostro territorio sa offrire.” conclude il capogruppo “La Sinistra” in Consiglio regionale della Calabria.