lunedì,Giugno 27 2022

Coronavirus, moratoria ai sindacati dei marittimi dello Stretto affinché si astengano dallo sciopero fino al 30 aprile

La richiesta della Commissione di garanzia dell'attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali affinchè si eviti un ulteriore aggravio alle Istituzioni coinvolte nell'attività di prevenzione e contenimento della diffusione del contagio

Coronavirus, moratoria ai sindacati dei marittimi dello Stretto affinché si astengano dallo sciopero fino al 30 aprile

La Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali invia ai una moratoria ai sindacati dei marittimi dello Stretto di Messina in relazione allo stato di agitazione e preannuncio “blocco cautelativo di tutte le attività di traghettamento veloce tra le sponde dello Stretto di Messina”.

Nella comunicazione, la commissione «Con riferimento alla nota del Prefetto di Reggio Calabria del 2 aprile 2020, prot. 34822 (acquisita al protocollo CGS in data 3 aprile 2020), con la quale si trasmettono gli atti di proclamazione dello stato di agitazione del personale dipendente delle Aziende che svolgono il servizio di trasporto marittimo nello Stresso di Messina, si richiama la nota del Presidente della Commissione del 26 marzo 2020, con la quale, preso atto del perdurare dello stato di emergenza epidemiologica sull’intero territorio, considerato quanto previsto dai provvedimenti normativi adottati da Governo per contrastare il diffondersi della pandemia, si rinnova il fermo invito a tutte le Organizzazioni sindacali ed alle Associazioni professionali a non effettuare astensioni collettive fino alla data del 30 aprile 2020, al fine di evitare ulteriore aggravio alle Istituzioni coinvolte nell’attività di prevenzione e contenimento della diffusione del virus COVID-19, e si invitano le Organizzazioni sindacali in indirizzo a scongiurare l’attuazione di qualsiasi forma di astensione nel servizio di trasporto marittimo.

Nel contempo si chiede alle Società in indirizzo di comunicare con la massima sollecitudine quali misure siano state adottate, o si intendano adottare nell’immediatezza, a tutela della salute dei lavoratori addetti al servizio di trasporto marittimo».

Articoli correlati

top