Bombardieri al vertice dell’Uil, Irto: «Orgoglio calabrese»

Il consigliere regionale del Partito Democratico: «Saprà rappresentare le necessità del Mezzogiorno»
Il consigliere regionale del Partito Democratico: «Saprà rappresentare le necessità del Mezzogiorno»

«Un’investitura che era nell’aria da tempo, una designazione al vertice di una delle più grandi organizzazioni sindacali italiane che rappresenta la maggiore gratificazione possibile per il segretario Pierpaolo Bombardieri, che il prossimo 4 luglio assumerà la guida dell’UIL. Al nostro corregionale giungano le più vive congratulazioni, unite all’augurio di buon lavoro nell’incarico di altissima responsabilità che si appresta a ricoprire, per il quale ha già dimostrato, nel ruolo di segretario aggiunto di Carmelo Barbagallo, doti di leadership e di equilibrio a difesa del mondo del lavoro».

Così Nicola Irto, vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria, commenta la designazione di Bombardieri alla guida dell’Unione Italiana del Lavoro. «Per la Calabria è fonte di enorme soddisfazione registrare l’ascesa di un proprio figlio a un ruolo di grande prestigio e di vasta complessità come quello di segretario generale di un sindacato nazionale. Bombardieri, originario di Marina di Gioiosa Jonica, simboleggia oggi l’affermazione di decenni di battaglie per il lavoro che, in Calabria, hanno visto le organizzazioni sindacali operare con impegno, abnegazione e coerenza. Oggi la sfida che il futuro segretario ha di fronte a sé appare particolarmente complessa, perché Bombardieri sarà chiamato a confrontarsi con uno scenario nazionale difficilissimo per le conseguenze economiche del coronavirus, che ha letteralmente messo in ginocchio il sistema produttivo e sta mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro».

«In questo scenario, con il rischio che soprattutto al Sud un’azienda su quattro non sopravviva all’estate, appare di vitale importanza il ruolo delle parti sociali per sostenere un’inversione di tendenza con una larga piattaforma programmatica in grado di riformare e ammodernare le filiere produttive. Siamo certi – conclude Nicola Irto –  che il segretario Bombardieri saprà rappresentare pienamente la voce del Mezzogiorno per aiutare la ripresa e indicare un orizzonte di speranza per i lavoratori italiani».