lunedì,Novembre 30 2020

Coronavirus, quasi il 60% delle famiglie italiane non riesce ad arrivare alla fine del mese

Dai numeri si evince che c'era una fragilità pregressa alla crisi: più di un terzo delle famiglie (36,6%) non avrebbe avuto le risorse per affrontare la mancanza di reddito per un periodo superiore ai due mesi

Coronavirus, quasi il 60% delle famiglie italiane non riesce ad arrivare alla fine del mese

Difficoltà che si accentuano, problematiche esistenti che si acutizzano. È questo uno dei prodotti dell’emergenza sanitaria. La conseguenza, se si guarda ai dati, come riferisce il Sole 24 Ore, è che sono aumentate di 12 punti percentuali le famiglie italiane che dichiarano di non riuscire ad arrivare alla fine del mese.

Prima della pandemia erano pari al 46%, adesso si attestano al 58%. Dunque circa 6 famiglie su 10 ritengono di essere in maggiore difficoltà a seguito dell’emergenza Covid-19. A spiegarlo è lo studio “Emergenza Covid 19: gli italiani tra fragilità e resilienza finanziaria”, commissionato dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria (Comitato Edufin) alla società di ricerche e analisi di mercato Doxa.

Lo studio si è sviluppato tra il 27 maggio e il 10 giugno su un campione rappresentativo di 5mila famiglie attraverso la somministrazione di un questionario. Obiettivo della ricerca: misurare conoscenze, comportamenti, attitudini finanziarie degli Italiani anche a seguito dell’emergenza Covid-19.

Il quadro preoccupante post covid

Il 30,7% delle famiglie (tre su 10) confessa difficoltà ad affrontare una spesa imprevista di 2mila euro. Le difficoltà riguardano nello specifico: i giovani con un’età compresa tra i 18 e i 34 anni (38,9%), le donne (38,5%), i residenti al Sud e nelle Isole (33,8%) e coloro che hanno un basso livello d’istruzione (35,8%).

Tuttavia avere conoscenze finanziarie può aiutare e non poco: il 49,5% di coloro che dichiarano di possederle sarebbe capace di gestire una spesa improvvisa di 2mila euro, contro il 27,7% del campione meno alfabetizzato. Ancora il 63% degli intervistati con un basso livello di cultura finanziaria ha difficoltà ad arrivare a fine mese contro il 43,8% di coloro che sostengono di possedere elevate conoscenze finanziarie. Dai numeri si evince che c’era una fragilità pregressa alla crisi: più di un terzo delle famiglie (36,6%) non avrebbe avuto le risorse per affrontare la mancanza di reddito per un periodo superiore ai due mesi.