Reggio Calabria, “Io compro calabrese” in mostra ad Ecolandia

Prodotti artistici, artigianali ed enogastronomici del territorio per promuovere quanto di bello e di buono la Calabria e i suoi abitanti sono capaci di offrire
Prodotti artistici, artigianali ed enogastronomici del territorio per promuovere quanto di bello e di buono la Calabria e i suoi abitanti sono capaci di offrire
Maria Rumi del gruppo "Io compro calabrese"

È sbarcata a Reggio Calabria, nel parco di Ecolandia “Io compro calabrese” la vetrina internazionale delle eccellenze del territorio. Un’avventura nata su Facebook in periodo di lockdown sull’omonimo gruppo, animato e voluto da Maria Rumi.

«L’idea nasce da Ecolandia ed è quella di utilizzare la fortezza per riunire gli artigiani calabresi e i produttori agricoli – afferma l’organizzatrice – da questo sono partita per scegliere alcune eccellenze e farle partecipare a questo primo evento. Spero che questo porti una nuova consapevolezza: che abbiamo tanto da mostrare al mondo, all’Italia e alla nostra terra. Spero che sia l’inizio di un nuovo percorso sociale che possiamo fare tutti insieme».

Nelle sale storiche del forte Gullì spazio ad artigiani, produttori per favorire una migliore relazione col consumatore che, a giudicare dalla risposta di pubblico, aveva proprio bisogno di questo, in un momento caratterizzato dalla privazione del contatto.

Una mostra/mercato di prodotti artistici, artigianali ed enogastronomici del territorio per promuovere quanto di bello e di buono la Calabria e i suoi abitanti sono capaci di offrire.