martedì,Marzo 9 2021

Princi: persistono le problematiche degli assistenti educativi

Il egretario Uiltemp evidenzia come gli Assistenti educativi e alla comunicazione non risultando essere personale docente delle scuole non sono inclusi negli elenchi che verranno inviati da parte degli Istituti scolastici, in vista della vaccinazione Covid 19 al centro competente

Princi: persistono le problematiche degli assistenti educativi

Le problematiche relative agli Assistenti Educativi e alla Comunicazione meritano la massima attenzione e un monitoraggio costante – questo è quanto afferma in una nota il Segretario Provinciale Uiltemp Stefano Princi-. Continuiamo – ritiene StefanoPrinci- che questa è una figura professionale importante basti pensare al servizio reso dagli stessi nell’ambito scolastico a favore degli alunni con difficoltà, ma purtroppo, la professionalità non è legata alla parità di diritti.

Gli Assistenti Educativi e alla comunicazione nella nostra provincia sono più di trecentocinquanta che quotidianamente, nonostante i ritardi nei pagamenti, continuano a essere presenti tra i banchi scolastici. A seguito delle direttive che stanno per essere diramate dalla regione Calabria in merito alla vaccinazione del personale scolastico e ATA abbiamo ,nei giorni scorsi, inviato una nota al Sindaco della Città Metropolitana ,soggetto promotore, affinchéi predetti lavoratori vengano inseriti negli elenchi del personale scolastico da vaccinare, poiché ci risulta che molti plessi scolastici non sanno come comportarsi visto che questi lavoratori non sono contemplati come personale scolastico.

Contestualmente – continua il Segretario Uiltemp- a seguito delle problematiche che continuano a persistere con gli Assistenti Educativi e alla comunicazione, assunti tramite le Cooperative, abbiamo chiesto e ottenuto un incontro, presso l’Assessorato Politiche sociale di Reggio Calabria con il Coordinatore del servizio il Dirigente Barreca e l’assessore Delfino.

Abbiamo fatto presente a quest’ultimo che gli Assistenti educativi e alla comunicazione non risultando essere personale docente delle scuole non sono inclusi negli elenchi che verranno inviati da parte degli Istituti scolastici, in vista della vaccinazione Covid 19 al centro competente, oltre che il ritardo dei pagamenti non può più essere accettato facendo presente che il pagamento del mese di ottobre presenta per alcuni ,delle incongruenze in busta paga a sfavore dei lavoratori.

L’ assessore si è reso disponibile e ci ha garantito che sta lavorando affinché tutto ciò possa essere evitato e migliorato spiegandoci che i ritardi sono stati causati dal ritardo dell’approvazione del bilancio comunale, allo stesso tempo anticipandoci che è sua volontà quella di costituire un ufficio preposto efficiente al fine di evitare tutto ciò, inoltre ci ha comunicato che nei prossimi giorni saranno pagate le spettanze di novembre. Il riconoscimento- conclude il Segretario Princi- di queste figure è una battaglia dura che come Uiltemp abbiamo scelto di combattere nonostante la difficoltà, poiché non è solo un problema legato alla nostra provincia ma bensì su scala nazionale.