venerdì,Maggio 14 2021

Locride, i sindacati incontrano i sindaci. Sul tavolo il Recovery Fund

I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil agli amministratori locali: «Fondamentale calendarizzare un’agenda delle priorità»

Locride, i sindacati incontrano i sindaci. Sul tavolo il Recovery Fund

Sulla scorta delle iniziative di confronto con i rappresentanti dei sindaci dell’Area Metropolitana, e dopo il primo appuntamento positivo di confronto con il Presidente della conferenza dei Sindaci dell’Area grecanica Pierpaolo Zavettieri, i Segretari di Cgil, Cisl e Uil, hanno incontrato Katy Belcastro e Giuseppe Campisi, in qualità di presidenti delle conferenze dei Sindaci della Locride. Un percorso – quello delle organizzazioni sindacali – costruito e pensato per coinvolgere le amministrazioni in una programmazione di interventi ed iniziative di natura sociale ed economica a favore del territorio.

Il punto d’impatto sul quale si è ragionato, sottolineando temi imprescindibili – quali ricadute Recovery Fund nell’area metropolitana, sanità, servizi, banda larga, infrastrutture, turismo, enogastronomia, cultura e welfare – è stato il documento unitario presentato dalle segreterie confederali in occasione del rinnovo del Consiglio Comunale, e dunque del Consiglio Metropolitano.

I Segretari generali hanno ribadito la loro posizione: «Conoscere le problematiche e le contraddizioni dei territori, per meglio affrontarle con un’azione sinergica e condivisa tra parti sociali e rappresentanti delle istituzioni. Per noi è fondamentale calendarizzare un’agenda delle priorità con l’intento di creare un contenitore che affronti con risolutezza le questioni irrisolte dell’area metropolitana. Raccogliamo le istanze insieme agli amministratori e mettiamo in moto un percorso condiviso».

Giuseppe Campisi (sindaco di Ardore) si è dimostrato soddisfatto dell’incontro promosso da CGIL, Cisl e UIL: «Condivido l’approccio dei sindacati, che puntano con concretezza alla risoluzioni di questioni ataviche che hanno bloccato da sempre la crescita e lo sviluppo dei territori. Ragionare ad una road map per stilare un programma di interventi sinergici, va nella direzione del superamento dell’era delle promesse e degli annunci. Favorevoli a lavorare insieme per il bene delle nostre comunità».

Anche Katy Belcastro (primo cittadino di Caulonia) ha decisamente apprezzato l’idea dei sindacati, di concertare una strategia e un percorso condiviso per immagazzinare le istanze dei cittadini e dei territori: «Fatto innovativo la predisposizione al dialogo con la rete dei sindaci, delle segreterie generali di CGIL, CISL e UIL. Un incontro positivo quello di oggi, che getta le basi per un futuro di concertazione con le parti sociali, punto di riferimento solido per i nostri territori. Dopo un anno impegnativo per noi sindaci, travolti dall’emergenza della pandemia Covid, che ha avuto risvolti sociali, oltre che economici, lavorare fianco a fianco con i sindacati ci aiuterà ad affrontare con più forza le tante criticità con cui giornalmente siamo costretti a fare i conti. Spesso noi sindaci, abbiamo combattuto a mani nude una guerra più grande di noi. La ripresa e il rilancio dei territori deve passare necessariamente da un percorso condiviso, cementato da reti sociali in grado di soddisfare, con pragmatismo e determinazione, i bisogni della nostra collettività metropolitana».

Articoli correlati

top