venerdì,Aprile 16 2021

Economia, Spirlì propone: «Un tavolo di giovani per il futuro della Calabria»

L’invito del presidente della Regione Calabria al comitato reggino per costruire in sinergia per un progetto incentrato sui giovani calabresi

Economia, Spirlì propone: «Un tavolo di giovani per il futuro della Calabria»

Quale futuro per la Calabria e i suoi giovani? a dare delle rispose la diretta di Spinoza con Sasha Sorgonà che ha ospitato il presidente facente funzioni della Calabria, Nino Spirlì che ha indicato l’esodo dei giovani calabresi verso il nord e l’estero come uno dei principali problemi da affrontare.

«Come ho già dichiarato nel recente passato, al Governo chiediamo di restituirci i 31mila giovani che sono partiti dalla Calabria per studiare in altre regioni, spesso costretti a pagare affitti in nero. Mentre tanti professionisti calabresi stanno arricchendo il Nord, si guarda alla Calabria con una sorta di paternalismo e senza voglia di cambiare veramente le cose. Io credo che questa terra abbia bisogno delle sue migliori energie, che sono una ricchezza di competenze e di capacità. Bisogna lavorare seriamente per invertire questa triste tendenza», le parole di Spirlì.

Il comitato di Spinoza sin dalla sua nascita ha fatto del tema dell’esodo dei giovani uno dei principali cavalli di battaglia. Sasha Sorgonà ha approfittato della presenza della massima carica istituzionale della Calabria per rivolgere un sentito appello a Spirlì.

«Noi calabresi abbiamo davanti una grande opportunità di rilancio e sviluppo, ci dovremmo unire tutti quanti per chiedere al Governo risposte concrete e investimenti importanti. Il comitato di Spinoza vuole rendersi partecipe in modo attivo e propositivo per la rinascita della Calabria, è questo il sogno che abbiamo. I giovani possono essere ambasciatori delle nostre bellezze e aiutare a far rimanere chi pensa di andare via, perchè stanco di non avere qui le stesse possibilità che avrebbe altrove. Sarebbe bello -sottolinea Sorgonà- avere un incontro formale con la Regione Calabria così da poter discutere di queste tematiche che reputiamo decisive per il futuro della nostra terra».

Il Presidente Spirlì ha accolto l’invito di Sorgonà e rilanciato con pari entusiasmo, invitando Spinoza a lavorare in sinergia con la Regione Calabria. «Rendiamo il vostro sogno qualcosa di concreto. Creiamo un tavolo di lavoro che può essere a cadenza mensile, composto da calabresi residenti in Calabria e calabresi fuorisede. Deve essere un gruppo eterogeneo, che abbia al suo interno pluralità, che sia trasversale e senza un colore politico.

Questo gruppo – specifica Spirlì – si faccia carico delle istanze dei giovani calabresi, delle proposte da lanciare e delle idee che possano contribuire a determinare il riscatto della nostra terra. Io parteciperò con piacere al tavolo di lavoro mensile, la Regione Calabria non può che guardare con piacere a queste proposte. Bisogna avere visionarietà pur mantenendo i piedi per terra, e un passo alla volta potremo davvero concretizzare la rinascita della Calabria, luogo meraviglioso e ricco di potenzialità inespresse».

La proposta di collaborazione del Presidente Spirlì ha trovato la piena soddisfazione di Sorgonà.

top