giovedì,Dicembre 2 2021

Marina di Gioiosa, “A Natale io compro locale”: a sostegno dell’economia locale

L'iniziativa per sostenere la ripartenza delle attività produttive presentata dal consigliere comunale delegato alle attività produttive Romeo

Marina di Gioiosa, “A Natale io compro locale”: a sostegno dell’economia locale

«Dopo un periodo di crisi nella quale la tristezza, le difficoltà e l’incertezza hanno determinato molte delle nostre paure, dobbiamo guardare avanti, anteponendo alle negatività la speranza e il desiderio di poter costruire insieme un domani. Per avviare un primo tratto di questo percorso, dovremo sostenere il nostro tessuto socioeconomico. Dovremo farlo noi, con convinzione e determinazione».

Parte da queste parole, Giuseppe Romeo, a Marina di Gioiosa consigliere comunale delegato alle Attività Produttive per presentare l’iniziativa “A Natale io compro locale”. Si tratta di «Un piccolo ma importante segnale, finalizzato a rimettere in marcia l’economia locale con il chiaro intento di sostenere la ripartenza delle attività produttive, fortemente danneggiate a causa dell’attuale Pandemia e consentendo ai rispettivi esercenti il superamento di questa difficile fase.

Marina di Gioiosa è sempre stata una Comunità unita. In questa occasione, vorrei sperare che ognuno di noi possa manifestare un maggior attaccamento alla nostra realtà territoriale. Basteranno pochissimi gesti, quelli che ognuno di noi compie quotidianamente. Scegliere di sostenere i piccoli commercianti e gli artigiani attivi sul territorio del nostro Comune non sarà un segnale di chiusura, ma il riconoscimento manifestato ad ogni singolo Operatore per il coraggio e per i sacrifici da loro compiuti quotidianamente nell’affrontare una crisi economica sempre più stringente.

Occorre anche riprendersi, nel rispetto dei protocolli anti Covid, quel valore aggiunto che il nostro tessuto economico locale possiede ripartendo dal contatto umano e da quel forte senso di Comunità che da noi ancora è un valore sociale resistente agli impulsi di una modernità che svuota di contenuti i rapporti sociali e continua a svilupparsi anche grazie alle tantissime persone impegnate nel Volontariato e nell’Associazionismo.

Quanto vale per noi tutto questo? Nutrendo particolare amore per il nostro territorio credo che valga tanto! In questo particolare momento, il valore aggiunto ai nostri valori è rappresentato dalla consapevolezza che aiutarsi reciprocamente, acquistando localmente doni natalizi e ogni bene di quotidiano uso e consumo, renderà maggiormente saldo il futuro di tanti imprenditori sostenendoli nel superare le difficoltà economiche che rischiano di generare licenziamenti e chiusure.

Utilizzando la connessione internet sarebbe opportuno per i commercianti promuovere i loro prodotti, mediante l’utilizzo di siti internet o pagine Facebook mentre per noi Cittadini, proviamo a visitare, virtualmente e di persona i negozi del nostro territorio. Contattiamo telefonicamente i negozianti di fiducia, chiediamo informazioni, prenotiamo per tempo ciò che compreremo durante le prossime festività natalizie.

Acquistare un articolo di abbigliamento, un accessorio sportivo o per la casa, i giocattoli per i nostri figli, così come un buono da utilizzare presso le stesse attività che hanno vissuto maggiori difficoltà a seguito degli stringenti protocolli anti Covid, significherà indirizzare al nostro territorio linfa vitale. Ogni singolo euro che spenderemo, si tradurrà in un concreto aiuto all’intera Comunità. Tale gesto consentirà ai rispettivi imprenditori di poter continuare a mantenere aperta la propria attività, garantire posti di lavoro e far vivere l’imminente Santo Natale con maggiore speranza e fiducia nel futuro alle tante famiglie che rischiano l’incubo della disoccupazione.”

Questa iniziativa -conclude Romeo – vuole essere l’inizio di un percorso collaborativo nel quale la stima e la vicinanza indirizzata a tutti i commercianti del nostro Comune possa essere un forte segno d’incoraggiamento per andare avanti. Seguiranno altre iniziative che proveremo a concordare finalizzate a sostenere la nostra economia locale».

top