sabato,Maggio 28 2022

Taurianova, aumentate le ore lavorative degli ex Lsu-Lpu

L’assessore al Personale Simona Monteleone: «Costanza e determinazione per i diritti dei nostri lavoratori»

Taurianova, aumentate le ore lavorative degli ex Lsu-Lpu

Buone notizie per gli ex Lsu/Lpu stabilizzati del comune di Taurianova. L’Amministrazione comunale infatti, ha provveduto ad aumentare le loro ore lavorative. «Il nostro Comune – hanno spiegato il sindaco Roy Biasi e l’assessore al Personale Simona Monteleone – è stato uno dei primi ad aver recepito i fondi stanziati all’interno del Decreto Mille Proroghe, che equipara i lavoratori di pubblica utilità ai lavoratori socialmente utili, storicizzando così, una somma di circa 20 milioni di euro che sta per essere utilizzata come aumento delle ore lavorative per tutti gli ex Lsu-Lpu stabilizzati. L’obiettivo è che i dipendenti dello stesso comune possano beneficiare di uno stipendio adeguato e dignitoso e allo stesso tempo fornire maggiori servizi alla cittadinanza.

In tempi non sospetti, come primi atti della legislatura, e precisamente prima del 31 dicembre del 2020, abbiamo provveduto a stabilizzare tutti i lavoratori ex Lsu/Lpu mettendo la parola fine al precariato al Comune di Taurianova, e in tal senso, il nostro è stato uno dei primi comuni a procedere alle ultime stabilizzazioni. Per di più, si è provveduto all’aumento delle ore lavorative dei precedenti stabilizzati ex Lsu-Lpu con fondi a carico del bilancio comunale».

Con la delibera n. 59 dello scorso 3 maggio, l’Amministrazione comunale ha quindi provveduto ad approvare il fabbisogno del personale dell’ente e ad incrementare le ore lavorative del personale rientrante in tale categoria. «Alla prossima data utile – ha annunciato l’assessore Monteleone – la Giunta si riunirà per deliberare un’integrazione, a seguito di un equivoco di calcoli effettuati, che non rendeva equa, la ripartizione delle ore al personale interessato. In attesa di avere l’autorizzazione conclusiva, essendo un comune in dissesto finanziario e sottoposto al controllo della Commissione per la stabilità finanziaria degli Enti locali, si rimane in attesa del parere, al fine di procedere per predisporre gli atti utili e necessari, affinché nel più breve tempo possibile, possano essere riconosciuti le ore ai lavoratori dopo essere stati bistrattati per più di vent’anni».

top