sabato,Febbraio 4 2023

Sciopero benzinai, Pedà (Figisc): «Alle condizioni del Governo è stata una scelta obbligata»

Confermata la chiusura degli impianti, nelle giornate del 25 e 26 gennaio, dalle 19 di martedì, alle 19 di giovedì

Sciopero benzinai, Pedà (Figisc): «Alle condizioni del Governo è stata una scelta obbligata»

I sindacati dei gestori di impianti di carburante, all’esito dei confronti con il Governo, confermano la chiusura degli impianti, nelle giornate del 25 e 26 gennaio, dalle 19 di martedì, alle 19 di giovedì. Nino Pedà, presidente Figisc Confcommercio Reggio Calabria e vice presidente nazionale della categoria, spiega le ragioni della fumata nera: «A queste condizioni confermare lo sciopero del 25 e 26 gennaio è stata una scelta obbligata. Nessuna apertura da parte del Governo rispetto alla nostra richiesta di una modifica del decreto avanzata unitariamente alle altre sigle sindacali».

Anche sul discusso nuovo obbligo di trasparenza, al momento, nessun passo avanti del Governo. «Sul punto – dichiara il presidente Figisc – la nostra posizione rimane assolutamente contraria sia nel metodo che nel merito. È fondamentale chiarire infatti, che l’obbligo comporta nuovi e ingiustificati oneri per i gestori e, soprattutto, ne trasferisce all’esterno un’immagine totalmente negativa, l’immagine di una categoria da mettere sotto osservazione con un cartello». Sciopero confermato, ma Figisc e gli altri sindacati fino all’ultimo momento rimarranno disponibili a ricercare soluzioni percorribili.

Articoli correlati

top