lunedì,Febbraio 26 2024

Congresso Cgil Calabria a Reggio, Uil e Cisl: «Un impegno unitario per affermare lavoro, legalità e sicurezza»

Gremito il teatro Francesco Cilea in occasione della prima giornata della kermesse sindacale nella città dello Stretto

Congresso Cgil Calabria a Reggio, Uil e Cisl: «Un impegno unitario per affermare lavoro, legalità e sicurezza»

La prima giornata del XIII congresso della Cgil Calabria “Il lavoro crea futuro” ha avuto luogo oggi in un gremito teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria, dove recente è stata la nascita della Cgil Area Metropolitana.

Nutrito il parterre istituzionale che ha partecipato a questa prima giornata di lavori apertasi con la relazione del segretario generale Cgil Calabria, Angelo Sposato.

Presenti anche gli altri due segretari regionali Santo Biondo per la Uil e Tonino Russo per la Cisl. La vertenza Calabria, un patto per il Lavoro e l’utilizzo virtuoso delle risorse del Pnrr. Ecco cosa continuerà a tenere insieme i tre sindacati in Calabria.

Lavorare insieme

«Fondamentale il lavoro che abbiamo già svolto e quello che ancora svolgeremo insieme. In primo luogo la vertenza Calabria che abbiamo rilanciato in questi mesi e che intendiamo rinnovare. L’unità è fondamentale in vista delle opportunità che il 2023 propone con i fondi del Pnrr. Dobbiamo dialogare con Regione, Governo e anche con le Amministrazioni Comunali affinché la strategia sia comune ed efficace», ha sottolineato Santo Biondo, segretario generale Uil Calabria.

«L’unità sindacale è un valore. Insieme abbiamo scritto le pagine più belle della nostra storia. Dobbiamo lavorare insieme, dialogare e confrontarci soprattutto in Calabria. Il nostro obiettivo deve essere quello di sottoscrivere un grande patto mettendo al centro la dignità del lavoro, la legalità e la sicurezza», ha sottolineato Tonino Russo, segretario generale Cisl Calabria.  

Sinergie per valorizzare le risorse del Pnrr

«Siamo qui per testimoniare vicinanza al sindacato. Intendiamo continuare a lavorare insieme, in sinergia, soprattutto tenendo conto delle opportunità che il Pnrr riserva. Opportunità grazie alle quali superare in modo definitivo la vertenza Calabria, in particolare riferimento al lavoro. C’è necessità di creare lavoro solido, specie in questo momento di crisi in cui stabilimenti chiudono, come accaduto a San Gregorio, lasciando a casa settanta lavoratori», ha sottolineato Giovanni Calabrese, assessore al Lavoro della Regione Calabria.

Il primo congresso a Reggio

Un congresso che chiude un ciclo impegnativo di attività per il sindacato e in cui saranno eletti il segretario e i componenti della segreteria regionale in carica per i prossimi 4 anni.

«Arriviamo a questo congresso dopo un periodo molto duro segnato dalla pandemia. Siamo particolarmente orgogliosi che si stia svolgendo qui a Reggio Calabria, proprio a ridosso dell’importante trasformazione che la Cgil territoriale ha attraversato, diventando Cgil Area Metropolitana di Reggio Calabria. Adesso ci apprestiamo a rinnovare la segreteria regionale e a proseguire nell’impegno sui fronti ancora aperti in una regione fragile come la nostra, tra i quali i principali sono rappresentati dalla precarietà del lavoro e dalla sanità», ha concluso Gregorio Pititto, segretario generale Cgil Area Metropolitana di Reggio Calabria.

Articoli correlati

top