mercoledì,Febbraio 21 2024

A Rosarno il “funerale” dell’agricoltura: «Ci stanno rovinando»

I commercianti si sono uniti alla protesta dei lavoratori della terra nei pressi dello svincolo autostradale. Dito puntato contro la politica

A Rosarno il “funerale” dell’agricoltura: «Ci stanno rovinando»

di Giuseppe Mancini

«Ci stanno rovinando. A Bruxelles fanno leggi assurde. Venissero in mezzo a noi per capire la vita che conduciamo. La realtà è ben diversa da come la immaginano dalle loro poltrone». A dichiararlo è Salvatore Alessandria, vicepresidente regionale dell’associazione nazionale ambulanti, che si schiera a sostegno degli agricoltori che da giorni stanno manifestando presso lo svincolo autostradale di Rosarno.

Questa mattina, e per tutto il giorno, difatti, esponenti degli ambulanti reggini saranno sul luogo a far sentire la propria vicinanza ai produttori agricoli della zona, i quali, con i trattori parcheggiati sulla rotatoria e ai lati della carreggiata, protestano contro la politica agricola dell’Ue e per la mancata difesa del settore in difficoltà.

Insieme, i manifestanti, hanno celebrato un simbolico funerale all’agricoltura. Si è svolta una marcia funebre lungo la carreggiata, al ritmo solenne dei tamburi, una bara ricoperta da ortaggi è stata trasportata a spalla dai presenti.

«Se muore l’agricoltura, muore anche il commercio ambulante – spiega Alessandria -. I cittadini al mercato vengono per acquistare prodotti a chilometri zero, frutta e verdura, per poi spostarsi a fare compere da noi. Quindi ci uniamo a questa contestazione per gli interessi loro e nostri. Giorno 15 saremo a Roma, è importante partecipare».

top