sabato,Ottobre 31 2020

Il garante Praticò: «Ogni parola ha conseguenze, ogni silenzio anche»

Ottimo risultato per l'evento organizzato dall'Ufficio del Garante Metropolitano dei diritti delle persone private o limitate nella libertà personale della Città Metropolitana di Reggio Calabria dal titolo " Il cielo stellato sopra di noi, la legge morale dentro di noi"

Il garante Praticò: «Ogni parola ha conseguenze, ogni silenzio anche»

Si è concluso con esito positivo e con la piena soddisfazione dei partecipanti, nonchè dei relatori stessi, l’evento organizzato dall’Ufficio del Garante Metropolitano dei diritti delle persone private o limitate nella libertà personale della Città Metropolitana di Reggio Calabria dal titolo ” Il cielo stellato sopra di noi, la legge morale dentro di noi” del 10 dicembre 2019 tenutosi presso Palazzo Alvaro.

Ha aperto il dibattito il Garante Paolo Praticò, che ha diligentemente moderato l’intero convegno presentando alla platea i singoli relatori e fornendo una eccezionale spiegazione del significato del titolo attribuito alla giornata. Difatti, lo spunto è nato da una massima di Kant che si soffermava sulla legge morale e sulla possibilità che l’individuo ha di determinare il proprio agire al di là dell’esperienza sensibile che, invece, vincolava la conoscenza  Nella sfera pratica, insomma, l’uomo può essere libero nel suo agire dall’esperienza e mirare ad un comportamento valido universalmente.

Subito dopo, ha preso la parola M.Cristina Arfuso – componente dell’Ufficio – che oltre a ringraziare i presenti per aver accolto l’invito ad un convegno che per l’Ufficio del Garante ha rappresentato un momento di necessario approfondimento, ha spiegato il motivo per il quale si è scelta la giornata del 10 dicembre per il convegno e perchè proprio tale data fosse stata scelta come giornata internazionale dei diritti umani, in ricordo -quindi – della proclamazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni unite della Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo del 10 dicembre 1948.

Sono, poi, intervenuti Nastascia Sarra portando i saluti dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Calabria ed un ricco contributo alla giornata e Agostino Siviglia, in qualità di Garante Regionale dei diritti dei detenuti.

Si sono susseguiti, successivamente, i brillanti interventi degli illustri relatori che hanno – con notevole spessore culturale – fornito spunti per una considerevole riflessione sul tema dei diritti umani, ognuno per la propria area di competenza. Quindi, Cinzia Nava, quale Presidente del C.P.O.R Calabria, Rosario Tortorella, quale Provveditore Vicario DAP Calabria, Lo Verso, in qualità di Professore, psicologo e psicoterapeuta, Michela Calabrò come Presidente Arcigay Due Mari Rc, la Virgillito come Presidente ASA ed Emilio Campolo, in qualità di Responsabile dell’Area educativa della Casa Circondariale di Reggio Calabria G.Panzera.

L’evento ha consentito un momento di formazione professionale anche agli avvocati e agli assistenti sociali, i cui ordini hanno riconosciuto 3 crediti formativi.