mercoledì,Giugno 16 2021

“Madison Square”, il nuovo singolo della band pianigiana Solidago Music

Prosegue con una piega totalmente nuova il percorso della band, col nuovo progetto “Tagadà”, dove la ricerca del suono e degli immaginari descritti raggiunge una conformità degna di una formazione ormai solida

“Madison Square”, il nuovo singolo della band pianigiana Solidago Music

«Le persone tendono a mancare di empatia, di voglia di conoscere, di scoprire e alcune volte anche di sagacia. “Madison Square” è un brano che vuole proprio introdurre ad un percorso di vita alternativo, ambizioso, che punti a far raggiungere ad ogni persona la massima espansione di sé stessa, lasciandosi alle spalle il terrore quasi insensato di conseguenze banali che si trasformerebbero in prigionie cariche di rimpianti, a lungo andare. In poche parole è la nostra missiva a chi oggi ha perso la fiducia ma vuole ancora prendere la scelta di petto».

Presentano così il loro nuovo singolo i Solidago Music, una band composta da quattro ragazzi tutti provenienti dalla Piana di Gioia Tauro: il chitarrista e cantante Enzo Argirò (musicista e insegnante di Rizziconi), il bassista Fabio Scarcella (musicista ed ingegnere informatico di Oppido Mamertina), il batterista Alberto Catania (musicista e insegnante di Molochio) e il tastierista e pianista Andrea Militano (musicista ed insegnante di Rizziconi).

Il progetto Solidago Music nasce ufficialmente nel 2017 con le prime pubblicazioni, nonostante i membri suonassero già insieme dal liceo. Influenzati dall’hip-hop, dal pop e dal jazz, il sound del loro progetto ha affrontato molte trasformazioni prima di trovarne una stabile, legato contemporaneamente a molti mondi: l’ambiente sintetico ed elettronico, prende una grossa parte sebbene sia trattato analogicamente nel tentativo di infondere un’anima in suoni che altrimenti sembrerebbero “di plastica”.

È un sound da beat maker suonato da persone vere che non usano short cuts. Un elettro-pop nuovo di zecca. Il primo lavoro dei Solidago è stato “L’orto delle zucche”, disco pop pubblicato nel 2019, al quale hanno dato un contributo fondamentale Natalia Saffioti, cantante reggina, Claudio Trippa e Seby Burgio, entrambi noti musicisti della scena romana. Gli anni a seguire, floridi di live, hanno consolidato sia l’affiatamento tra i membri, sia la presenza sulla scena dei Solidago, sempre più coesi e pronti così alla nuova fatica musicale dal titolo “Tagadà”, un progetto discografico in parte nato durante la “clausura” del gruppo in una villetta sulla spiaggia della Tonnara di Palmi, che vedrà a breve la luce, totalmente reindirizzato su una sonorità più elettronica.

La caratteristica principale di “Tagadà” sono le batterie elettroniche, mixate sapientemente alle batterie di Alberto Catania, insieme alle tracce interamente sintetiche. Entrambe le scelte stilistiche confluiscono quindi, in un sound nuovo e fresco. Al sound elettronico contribuisce in maniera massiccia la scrupolosa ricerca sui sintetizzatori e la sperimentazione tramite gli effetti in studio di registrazione. Fondamentale in questa fase è stato Alessandro Luvará, fonico di fama nazionale, che ha prestato la sua esperienza al lato sperimentale del progetto.

Il brano “Madison Square” è accompagnato da un videoclip girato tra un locale e una stazione di Messina, che vuole rappresentare a pieno il messaggio racchiuso nel brano. «La protagonista – hanno spiegato i ragazzi – è una donna che, vittima del tempo, riflette sulle scelte fatte nel corso degli anni che l’hanno portata ad essere triste e insoddisfatta. Un flashback ci porta indietro negli anni e la ragazza di un tempo si dimostra coraggiosa nell’intraprendere una strada diversa, forse più difficile, ma che fa capire allo spettatore come la libertà di una qualsiasi scelta può spalancare prospettive e cambiare le persone che saremo nel futuro».

top