giovedì,Dicembre 2 2021

Accademia Senocrito, grande attesa a Locri per “La serva padrona”

Appuntamento per il 23 ottobre, alle 18, al Palazzo della cultura. Lo spettacolo sarà solo il primo degli eventi musicali della stagione autunnale nella Locride

Accademia Senocrito, grande attesa a Locri per “La serva padrona”

Sabato 23, alle 18, nel Palazzo della cultura di Locri, si terrà la rappresentazione del celebre intermezzo buffo di Giovanni Battista Pergolesi “La serva padrona”, per la regia di Gaetano Tirotta, eseguita dall’Orchestra Laboratorio Lirico, al cembalo il maestro Loredana Pelle, sotto la direzione del maestro Alessandro Tirotta. In scena importanti volti del panorama lirico: Eleonora Pisano in Serpina, Raffaele Facciolà in Uberto, Domenico Santacroce in Vespone.

Composta su libretto di Gennaro Antonio Federico, “La serva padrona” fu rappresentata per la prima volta il 28 agosto 1733 al Teatro San Bartolomeo di Napoli; alla prima messa in scena è attribuita a tutti gli effetti l’inizio del nuovo genere dell’Opera Buffa. Ad introdurre l’intermezzo, il concerto per trombone contralto e orchestra del compositore austriaco Georg Christoph Wagenseil, solista il maestro Saverio Varacalli.

Lo spettacolo sarà solo il primo degli eventi musicali della stagione autunnale nella Locride organizzati dall’Accademia di musica, lettere e arti Senocrito, da quest’anno beneficiaria del Fondo Unico dello Spettacolo del Ministero della Cultura. L’Accademia si occupa da oltre 20 anni di diffusione e promozione della cultura ed in particolare della musica classica sul territorio calabrese, affiancando l’organizzazione di eventi all’attività didattica musicale con corsi annuali di strumenti musicali, masterclass, seminari e convegni.

Parallelamente alle attività svolte nella Locride, in collaborazione con l’associazione Nuovo Laboratorio Lirico di Reggio Calabria, il 10 ottobre si è dato vita ad una nuova stagione concertistica nella città metropolitana inaugurata dai solisti della Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, per proseguire con altre date: i solisti dell’Orchestra Francesco Cilea, il 24 ottobre, alle ore 18 al Museo del Bergamotto; al Teatro Zanotti-Bianco, il 31 ottobre, alle ore 18 il Galà lirico con il soprano Aurora Tirotta e il baritono Raffaele Facciolà, accompagnati al pianoforte dal maestro Loredana Pelle, il 7 novembre, alle ore 18, il gruppo Tangata Quartet.

Si proseguirà fino al 3 dicembre: al Teatro Francesco Cilea, alle ore 19, un concerto lirico di particolare rilevanza per la prima esecuzione assoluta di musica vocale da camera di Gaetano Donizetti e Vincenzo Bellini con orchestrazione del maestro Alessandro Tirotta, che dirigerà la Senocrito Festival Orchestra; sul palco il soprano Marily Santoro, il mezzosoprano Chiara Tirotta e il tenore Riccardo Della Sciucca. Un ricco cartellone di eventi nella Locride e in tutta la Città metropolitana caratterizzerà la stagione concertistica 2021 con conclusione il 31 dicembre.

top