martedì,Novembre 30 2021

Partita della solidarietà, Palmenta: «I bimbi devono aver un futuro e non guadagnarselo»

Presentata la gara del Granillo di sabato alle 11: Comune di Reggio, Reggina 1914, Nazionale Attori e lo chef Cogliandro insieme per contrastare la povertà educativa

Partita della solidarietà, Palmenta: «I bimbi devono aver un futuro e non guadagnarselo»

I bambini per i bambini, in particolare per quello meno fortunati. Sarà una grande festa, sabato mattina alle 11 allo stadio Oreste Granillo per la “Partita della Solidarietà: SOS Villaggi dei Bambini”. Saranno insieme Comune di Reggio Calabria, Reggina 1914, Nazionale Attori e lo chef Cogliandro insieme per contrastare la povertà educativa in Italia.

Come chiarisce Eva Nicolò, dirigente dell’Istituto Comprensivo “Cassiodoro – Don Bosco” «L’occasione della partita è proprio la giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, perché adolescenti e bambini della nostra città devono essere messi al centro di ogni attività che viene fatta in città. E saranno parte attiva, i nostri ragazzi devono essere abituati al valore della solidarietà e della responsabilità: questa è un’occasione che ci aiuta ad inoltrare proprio il messaggio nessuna società può resistere ed esistere senza essere solidale. Inoltre può essere anche una bella occasione, almeno in molti istituti comprensivi, per condividere la giornata, non solo con i docenti, ma anche con le famiglie. Un modo per rafforzare il patto educativo che legga scuole e famiglia e per trascorrere una mattinata insieme all’insegna di valori importanti».

«La partita della solidarietà è voluta nella nostra città dalla dall’amministrazione è grazie a “Sos villaggio dei bambini Italia” – spiega Giuggi Palmenta, assessora allo sport del Comune di Reggio – In occasione della giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza che si celebra il 20 novembre. Siamo qui per lanciare un messaggio intrinseco al gioco stesso. Lo slogan della giornata sarà “Il futuro è un gioco” perché quello che vorremmo fare è tenere alta l’attenzione sul mondo dell’infanzia, il mondo dei bambini e il mondo dell’educazione e i diritti soprattutto che ogni bambino e ogni bambino devono avere e non guadagnarselo perché è sappiamo che è quanto sia importante soprattutto per i più piccoli poter crescere potendo avere tutte le cose che nelle nostre latitudini sono normali ma che per molti invece noi non lo sono».

In particolare «Nazionale attori e Primavera della Reggina disputeranno la gara in un clima di festa. Gli ospiti saranno poi i bambini, ragazzi e le ragazze delle scuole che hanno inteso partecipare e assistendo dagli spalti. Ci saranno anche delle iniziative prepartita, con la presenza della squadra “Arghillà a colori”, proprio per farla conoscere al all’intero territorio. Fondamentale anche la collaborazione dell’Atam per quanto riguarda il trasporto di tutti gli alunni che parteciperanno alla partita».

È ancora possibile comprare i biglietti il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza per realizzare dei progetti per contrastare la povertà educativa.

top