domenica,Maggio 22 2022

A Reggio i migliori pasticceri del Sud in vista della Coppa del Mondo del panettone

Sabato il Castello aragonese la giuria selezionerà i dieci finalisti che a maggio si contenderanno l’accesso alla competizione mondiale di novembre a Milano

A Reggio i migliori pasticceri del Sud in vista della Coppa del Mondo del panettone

Sarà il Castello aragonese di Reggio Calabria ad ospitare sabato la preselezione italiana del Sud in vista della Coppa del Mondo del Panettone, il grande concorso internazionale, che abbraccia anche Spagna, Portogallo, Brasile, Svizzera, Stati Uniti e Francia, dedicato alla lavorazione del panettone artigianale, lievitato per eccellenza che ormai ha conquistato la scena dolciaria mondiale.

Dopo le preselezioni italiane del Centro e del Nord che si sono svolte a Pistoia e Robecco sul Naviglio, il terzo appuntamento delle selezioni Italia riservato ai migliori 34 pasticceri del Sud avrà luogo nella Città dello Stretto. La tappa è stata presentata questa mattina in conferenza stampa a palazzo San Giorgio, sede dell’amministrazione comunale di Reggio Calabria, alla presenza di Angelo Musolino, presidente Conpait e tra i fondatori del neonato Club Italia della Coppa del Mondo del Panettone, del pasticcere Davide De Stefano, anche lui un’eccellenza reggina, del sindaco ff di Reggio Calabria, Paolo Brunetti, delle assessore comunali Irene Calabrò e Angela Martino, rispettivamente alla Cultura e alle Attività Produttive, e del presidente della Camera di Commercio di Reggio, Antonino Tramontana.

La competizione

I dieci pasticceri del Sud selezionati sabato, insieme a quelli scelti nel Centro e Nord Italia, parteciperanno alla finale italiana che avrà luogo nel mese di maggio a Brescia, in occasione della quale saranno decretati coloro che concorreranno con i migliori pasticceri di altre nazioni alla conquista della Coppa del mondo del Panettone, in programma nel mese di novembre a Milano. La città meneghina resta la patria di questo dolce tra i più conosciuti al mondo, nella cui preparazione con ingredienti rigorosamente italiani, c’è anche tanta Calabria.

Sapori di Calabria nel panettone artigianale italiano

«Il rigido disciplinare per il confezionamento del panettone artigianale  – spiega il maestro Angelo Musolino – prevede la frutta candita. Spesso si tratta delle arance della fascia tirrenica reggina e dei cedri di Santa Maria del Cedro nel cosentino, lavorati purtroppo nella maggior parte dei casi fuori dalla Calabria, e impiegati per ottenere in canditi non solo da pasticceri calabresi ma anche da molte altre aziende italiane. Stiamo lavorando per inserire anche il bergamotto e tanti altri prodotti di eccellenza di cui l’Italia è piena. Un’iniziativa che si inquadra nella richiesta di svecchiamento del disciplinare che abbiamo già avanzato al ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, dal momento che esso continua anche a prevedere pure ingredienti che il pasticcere italiano si rifiuta ormai di utilizzare come i conservanti e gli emulsionanti, ritenendo la produzione artigianale ottimale solo quella conseguita con l’impiego di farina di frumento, lievito naturale, zuccheri, massa butirrica nella quantità minima del 16%, tuorli 4% e frutta», ha spiegato il maestro Angelo Musolino, presidente Conpait e tra i fondatori del neonato Club Italia della Coppa del Mondo del Panettone di cui fa parte anche un altro calabrese, Rocco Scutellà, eccellenza storica del nostro territorio maturata a Delianuova.

Le dichiarazioni

«Nell’anno del cinquantenario del ritrovamento dei Bronzi di Riace, Reggio Calabria continua ad inanellare eventi di primo piano. Questa è la volta di un appuntamento prestigioso che trasformerà il nostro Castello Aragonese in una fucina di sapore ed eccellenze pasticcere», ha evidenziato il sindaco ff di Reggio Calabria, Paolo Brunetti.

«Siamo onorati di aprire i battenti del Castello Aragonese per ospitare per il secondo anno, dopo l’esperienza di due anni fa al teatro Francesco Cilea, questa preselezione in un territorio che vanta delle eccellenze nel campo della pasticceria e della gelateria che con orgoglio rivendichiamo come Angelo Musolino e Davide De Stefano», ha sottolineato Irene Calabrò, assessora comunale alla Cultura di Reggio Calabria.

«Ancora una volta il nostro patrimonio artigianale declinato nel settore enogastronomico sarà protagonista di una kermesse di assoluto rilievo che porterà a Reggio le eccellenze pasticcere del Sud », sottolineato Angela Martino, assessora comunale alle Attività Produttive di Reggio Calabria.

«L’Ente camerale sostiene con convinzione questa manifestazione che valorizza la tradizione artigianale pasticceria che a Reggio vanta una esperienza lunga e importante, che ha travalicato ormai i confini territoriali», ha dichiarato Antonino Tramontana, presidente della Camera di Commercio di Reggio Calabria.

Le selezioni nazionali in corso sono state per la prima volta organizzate dal neonato Club Italia della Coppa del Mondo del Panettone, presieduto da Gianbattista Montanari e fondato dai maestri Giuseppe Piffaretti, Pierpaolo Magni, e dal reggino Angelo Musolino.  

La giuria al castello Aragonese sarà composta da Giambattista Montanari, Paolo Magni, Rocco Scutellà, Beniamino Bazzoli, Peppe Leotta e Salvatore Tortora. Sarà presente anche il Patron della manifestazione Coppa del Mondo del Panettone Giuseppe Piffaretti.

top