domenica,Giugno 16 2024

Bagnara, alla Cittadella dell’Immacolata rigenerazione spirituale con una solenne giornata eucaristica

Nei secoli passati momenti simili erano considerati un tempo di rinnovamento, di preghiera e di penitenza, di comunione tra il clero e il popolo

Bagnara, alla Cittadella dell’Immacolata rigenerazione spirituale con una solenne giornata eucaristica

Si terrà il prossimo venerdì 2 giugno, la solenne giornata eucaristica alla Cittadella dell’Immacolata di Bagnara Calabra.
Un’occasione, questa, per iniziare il mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù e promuovere tra i fedeli un momento di rigenerazione spirituale a contatto con Gesù vivo e vero, presente nel santissimo Sacramento dell’altare.
Il programma parte dal mattino alle ore 10.00 con le confessioni, a seguire la catechesi “Eucaristica: nostro
sostegno” e l’esposizione del Santissimo Sacramento. Dopo il pranzo al sacco, l’Ora della Misericordia e altri momenti intensi di preghiera precederanno la concelebrazione
eucaristica. Nei secoli passati momenti simili erano considerati un tempo di rinnovamento spirituale e sociale, di preghiera e di penitenza, di comunione tra il clero e il popolo, tra i ricchi e i poveri. La storia ci attesta che in quelle giornate dedicate all’Eucaristia le città cambiavano fisionomia: la fede rifioriva
nel cuore della gente, che imparava a pregare e a meditare; era davvero un tempo di grazia che rinnovava la vita cristiana.
Tutto questo ha rinvigorito la religiosità del popolo, l’insegnamento del catechismo e la diffusione del culto eucaristico. La Cittadella dell’Immacolata, seguendo gli insegnamenti del magistero che raccomandano, nel corso dell’anno liturgico, di promuovere il culto dell’Eucaristia, ha pensato a questa giornata per aprire in modo solenne il mese che la tradizione popolare dedica al Sacro Cuore di Gesù. Il culto all’Eucaristia resta attuale perchè ci aiuta a rinverdire la nostra fede nella presenza reale di Gesù ed è da considerare particolarmente ogniqualvolta ci intratteniamo in adorazione, come il prolungamento del Giovedì Santo quando Gesù ha istituito l’Eucarestia e ha raccomandato di perpetuare nel tempo il memoriale della sua Passione, Morte e Risurrezione.

Articoli correlati

top