venerdì,Maggio 24 2024

Reggio, in cattedrale l’esposizione evento “Il disegno e la luce”

"Storia di una donazione e di un restauro". Prevista l'esposizione del disegno preparatorio della vetrata dell’Assunta

Reggio, in cattedrale l’esposizione evento “Il disegno e la luce”

Mercoledì 15 maggio alle ore 16,30 nella Basilica Cattedrale di Reggio Calabria sarà presentato il restauro del prezioso disegno preparatorio per la vetrata dell’abside raffigurante la Madonna Assunta, opera del pittore romano Eugenio Cisterna, esponente di rilievo del Liberty in Italia, che lo realizzò entro il 1926.

Il disegno su carta in grafite, carboncino, china nera e lumeggiature bianche, avente le stesse dimensioni della vetrata, nel 2022 è stato donato dagli eredi dell’artista al Museo diocesano e nel 2023 restaurato con il contributo 8xmille alla Chiesa Cattolica, lo stesso che consentirà, dopo l’esposizione in Cattedrale nel mese di maggio, di realizzarne l’allestimento permanente in Museo.

Il 15 maggio l’evento Il Disegno e la Luce. Storia di una donazione e di un restauro proporrà i contributi di Lucia Lojacono, direttrice del Museo diocesano, di Luca Redini, curatore dell’Archivio Redini – Giuliani – Cisterna e donatore dell’opera assieme alla famiglia, e di Donatella Cecchin, che ne ha curato il restauro.

Interverranno mons. Fortunato Morrone, Arcivescovo di Reggio Calabria-Bova, il Sindaco Giuseppe Falcomatà, Maria Cristina Schiavone per la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Reggio Calabria, don Domenico Rodà, vice direttore Ufficio diocesano per i beni culturali e l’edilizia di culto e mons. Demetrio Sarica, prevosto della Basilica Cattedrale.

L’evento si colloca nell’ambito delle Giornate nazionali di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico promosse dall’Ufficio nazionale beni culturali della Conferenza Episcopale Italiana dall’11 al 19 maggio in tutte le Diocesi italiane per illustrare progetti, restauri e interventi in favore dei beni culturali ecclesiastici realizzati grazie all’8xmille alla Chiesa Cattolica.Al riguardo, nel 1984 la revisione del Concordato tra Stato e Chiesa del 1929 ha introdotto l’8xmille alla Chiesa Cattolica e la possibilità di destinarlo in parte alla salvaguardia e alla valorizzazione dei beni culturali. Il contributo, sostenuto anche attraverso l’Ufficio diocesano Servizio Sovvenire, permette all’Arcidiocesi di Reggio Calabria-Bova di restaurare e rendere accessibili le chiese, nonché supporta le attività del Museo, dell’Archivio Storico e della Biblioteca diocesani nelle iniziative di conservazione e promozione del proprio patrimonio al servizio della comunità.

Articoli correlati

top