lunedì,Giugno 24 2024

GEA 2024, il MArRC propone un fine settimana all’insegna dell’archeologia

Un ricco programma quello proposto per celebrare l’edizione 2024 delle Giornate Europee dell’Archeologia al Museo Archeologico Nazionale di Reggio

GEA 2024, il MArRC propone un fine settimana all’insegna dell’archeologia

Dopo il grande successo dell’evento LA CULTURA VIAGGIA SUL MARE, dalla Magna Grecia al mondo 4.0 che si è tenuto domenica 9 giugno nella piazza Paolo Orsi del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, un altro coinvolgente fine settimana è previsto tra le sale di palazzo Piacentini.

Dal 14 al 16 giugno, infatti, il MArRC propone un ricco programma per celebrare l’edizione 2024 delle Giornate Europee dell’Archeologia.

Si parte venerdì 14 alle ore 17:30 in Sala conferenze con il convegno dal titolo “Sfide dell’Archeologia Preventiva: tra tutela ed esperienze sul territorio”. L’evento si aprirà con i saluti istituzionali del direttore del MArRC Fabrizio Sudano e sarà moderato dalla dott.ssa Alessia Mancuso (funzionario archeologo del MArRC). L’obiettivo del convegno è quello di offrire una panoramica italiana, con focus sul nostro territorio, del concetto di Archeologia Preventiva da un punto di vista metodologico, normativo e attuativo. Sulla tematica relazioneranno professionisti che lavorano quotidianamente nel settore, con esperienza pluriennale nel campo della ricerca archeologica, quali la prof.ssa Sara Marino (docente di Archeologia Preventiva presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma), il dott. Michele Mazza (funzionario archeologo della SABAP di Reggio Calabria e Vibo Valentia) e la dott.ssa Simona Accardo (amministratrice di Aspasia Archeoservice srl).

In queste tre giornate di celebrazione della ricerca e patrimonio archeologico, il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria ha pensato anche ai visitatori più piccoli.

I bambini potranno partecipare il 15 giugno alle ore 16,30 all’attività didattica Ade e Persefone: parole e immagini dal mito. Si tratterà di un percorso che prevede il potenziamento e lo sviluppo dell’amore per la lettura e l’archeologia attraverso il racconto del mito. I piccoli visitatori partendo dalla lettura del testo e proseguendo con la visione di antichi volumi conservati nella nostra biblioteca potranno infine ammirare i reperti riferibili al mito di Ade e Persefone esposti nel nostro museo.

L’incontro avrà la durata di circa un’ora e mezza sarà destinato a bambini di età compresa tra 6 e gli 11 anni accompagnati da almeno un adulto che potrà accedere al museo pagando il consueto biglietto.

Per concludere, domenica 16 giugno, in occasione della terza e ultima giornata delle GEA, il Museo propone ai visitatori un percorso tra le sale espositive dal titolo “Viaggio nelle necropoli della Calabria: dalla Preistoria all’età ellenistica” alla scoperta delle pratiche funerarie diffuse nel territorio dell’attuale Calabria, con un focus sulle necropoli di Reggio e del suo territorio.

Articoli correlati

top