L’istituto “Catanoso – De Gasperi” lancia i laboratori aperti

Quattro settimane tematiche che, fino al prossimo 29 novembre, accompagneranno gli studenti delle classi quinte della Scuola Primaria e i loro genitori
Quattro settimane tematiche che, fino al prossimo 29 novembre, accompagneranno gli studenti delle classi quinte della Scuola Primaria e i loro genitori

Di Tatiana Galtieri – Allargare le braccia al territorio per rendere gli alunni consapevoli delle proprie potenzialità e risorse e progettare esperienze significative, in un percorso condiviso da scuola e famiglie. Una sinergia messa in campo, lunedì scorso, dall’Istituto comprensivo “Catanoso – De Gasperi” con “Di Settimana in settimana… laboratori di competenze attive per studenti e genitori”.

Viaggio di scoperta per imparare a vivere ed affrontare sfide complesse e sempre nuove, che coinvolgerà, in orario pomeridiano, ragazzi e adulti. «L’idea è nata dall’esigenza di sviluppare una metodologia attiva di insegnamento che coinvolga il gruppo dei partecipanti attraverso l’interazione tra essi e con l’esperto/docente e favorisca la rielaborazione dell’esperienza formativa in chiave collettiva» dichiara il Dirigente Scolastico Sonia Barberi. Scuola come“magistra vitae”per prepararsi a scelte decisive e fare esperienza attraverso una pluralità di linguaggi, con lo sguardo rivolto al quadro delle competenze chiave europee.

Quattro settimane tematiche che, fino al prossimo 29 novembre, accompagneranno gli studenti delle classi quinte della Scuola Primaria e i loro genitori, verso l’acquisizione di competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturale, competenza multilinguistica, nella prospettiva di un apprendimento permanente. Itinerario dinamico intrapreso con “Sette giorni multimediali”, per familiarizzare con coding e pensiero computazionale, ECDL e nuovi strumenti del digitale, dal video alla fotografia.

Si proseguirà, dall’11 al 14 novembre, con “Sette giorni, sette note”, avventura per mettersi in gioco con ritmo e parole, melodie su pianoforte, arpa e ottoni, scoprendo la valenza sonora di utensili di uso quotidiano e lasciandosi trasportare da body percussion e boomwackers, che offriranno la possibilità di esprimersi e conoscere meglio se stessi.Dal 18 al 22 novembre “Una settimana in España” immergerà i presenti nell’atmosfera di una terra che stupisce e accoglie con un calore inimitabile. Ascolto, scambi dialogici e lavori di gruppo consentiranno l’approccio a una delle lingue più parlate al mondo. Confronti e colloqui creativi tra genitori e figli saranno, invece, i protagonisti di “Una settimana a regola d’Arte”, in scena nell’Istituto reggino dal 25 al 29 novembre.