Sistema scolastico e azioni contro odio e razzismo al centro del Consiglio Metropolitano

Approvato all'unanimità il piano di razionalizzazione della rete scolastica provinciale e di programmazione dell’offerta formativa 2020/2021
Approvato all'unanimità il piano di razionalizzazione della rete scolastica provinciale e di programmazione dell’offerta formativa 2020/2021
Il Consiglio Metropolitano

Si è riunito nel pomeriggio di ieri il Consiglio Metropolitano di Reggio Calabria, presieduto dal Sindaco Giuseppe Falcomatà, per trattare la parziale rettifica e integrazione della Deliberazione del Consiglio Metropolitano, avente ad oggetto il “Piano di razionalizzazione della rete scolastica provinciale e di programmazione dell’offerta formativa 2020/2021”.

Il punto, sul quale ha relazionato il Vicesindaco Mauro, è stato accolto all’unanimità dall’Assise che gli ha conferito immediata esecutività. E’ stata già contattata dal dirigente Francesco Macheda e dagli organi politici la Regione Calabria, che riceverà il documento approvato per i consequenziali adempimenti.

E accolto, parimenti, all’unanimità anche un Odg Contro l’odio ed il razzismo, firmato dal Consigliere delegato alle politiche per l’immigrazione Antonino Castorina.

«Il contrasto al razzismo ed alla xenofobia rappresentano una parte importante nell’attuazione dei diritti umani e la tolleranza e il rispetto per la dignità della persona costituiscono le fondamenta di ogni società civile e pluralista» si legge nel documento.

E ancora “Considerato che: Il Senato della Repubblica su proposta della Senatrice Liliana Segre ha approvato una mozione che promuove l’istituzione di una commissione monocamerale in tema di “hate speech”, la quale tra le varie funzioni si occuperà di osservazione, studio ed iniziativa per l’indirizzo ed il controllo e rispetto ai fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio ed alla violenza. 

L’Istituzione di tale commissione costituisce un segnale di moralità e di attenzione democratica in relazione a fenomeni che rischiano di degenerare; esprime, inoltre, la volontà di affermare i valori ed i diritti delle persone secondo giustizia favorirà il riconoscimento di specifici reati, l’identificazione degli autori di contenuti illegali, l’oscuramento di tali contenuti, stimolando la specializzazione degli apparti dello Stato e la condivisione di informazioni nell’ambito della cooperazione internazionale. Milano ha lanciato la rete dei Comuni per la Memoria contro l’odio ed il razzismo ed ospitato una importante manifestazione, insieme a Liliana Segre, il 10 dicembre 2019 in occasione dell’anniversario numero 71 della Dichiarazione dei Diritti Umani, ed ha già approvato il testo che si riporta in premessa. 

Il Consiglio Metropolitano di Reggio Calabria da mandato al Sindaco Metropolitano: a sostenere il percorso istituzionale, presso il Senato della Repubblica, della Commissione ora richiamata, con adeguate iniziative di comunicazione dei risultati del suo lavoro fornendo, laddove necessario, elementi utili al lavoro della sessa Commissione sulla base di riscontri rilevati in ambito locale.

A proseguire l’importante lavoro avviato volto a coltivare la memoria dell’antifascismo e della lotta contro tutti i totalitarismi, dei crimini compiuti nelle guerre coloniali, delle leggi razziali, della persecuzione degli ebrei e della Shoah, collaborando con le associazioni  per la tutela e la valorizzazione della Memoria della Resistenza, aiutando la ricerca storica, lo studio della storia contemporanea e l’educazione alla cittadinanza nelle scuole.

A creare nuove azioni di sensibilizzazione culturale e civica contro il razzismo e la xenofobia e contro le discriminazioni di ogni sorta, in collaborazione con le diverse comunità presenti nel territorio, anche con lo scopo di promuovere e condividere le regole di cittadinanza.

A sollecitare il Parlamento affinchè intervenga in materia di contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio ed alla violenza. A sollecitare le istituzioni preposte all’impegno alla vigilanza preventiva affinchè applichino nel modo più rigoroso, le misure previste dalla legislazione vigente.