Coronavirus, “Rinascita per Bagnara” chiede l’indennità di presenza per devolverla al Gom

Il gruppo consiliare, considerata la situazione di straordinaria emergenza sanitaria in cui versa il Paese, vuole contribuire alla causa, devolvendo interamente la somma maturata
Il gruppo consiliare, considerata la situazione di straordinaria emergenza sanitaria in cui versa il Paese, vuole contribuire alla causa, devolvendo interamente la somma maturata

Dal gruppo consiliare “Rinascita per Bagnara” arriva la richiesta al sindaco di contabilizzazione indennità di presenza maturata in consiglio comunale per devolverla al Gom di Reggio Calabria.

«Premesso che il nostro  gruppo consiliare di minoranza “Rinascita per Bagnara” – si legge in una nota – ha, sin dall’insediamento di quest’amministrazione, manifestato la volontà di rinunciare all’indennità di presenza relativa ai lavori di partecipazione a consigli  comunali e commissioni,  chiedendo che la stessa venisse inserita in apposito capitolo di bilancio,  al fine di essere devoluta a servizi di pubblica utilità;

Considerata la situazione di straordinaria emergenza sanitaria in cui versa il nostro Paese, riteniamo di dover dare il nostro contributo alla causa, devolvendo interamente la somma maturata a titolo di  indennità di presenza al GOM di Reggio Calabria, che rappresenta uno dei baluardi nella guerra sanitaria che la nostra nazione è chiamata a combattere

Pertanto, chiediamo che si proceda all’immediata contabilizzazione della indennità di presenza maturata dal nostro gruppo consiliare dall’insediamento del Consiglio comunale (luglio 2017) ad oggi, con contestuale devoluzione della stessa al GOM di Reggio Calabria.

Considerata la situazione di straordinaria emergenza sanitaria, la presente richiesta riveste carattere di assoluta urgenza. Attendiamo fiduciosi una rapida risposta».