lunedì,Gennaio 17 2022

Bando per atleti paralimpici nelle Fiamme Gialle, Giusy Versace: «Primo concreto e importante passo»

La deputata e atleta paralimpica reggina: «Una lunga battaglia che ho iniziato in Parlamento nel 2019 e che oggi finalmente vede la luce»

Bando per atleti paralimpici nelle Fiamme Gialle, Giusy Versace: «Primo concreto e importante passo»

È notizia di ieri la pubblicazione del bando di partecipazione alla procedura di selezione degli atleti con disabilità fisiche e sensoriali, che saranno inseriti nella Sezione Paralimpica delle Fiamme Gialle.

Una splendida notizia per tutti gli atleti paralimpici che vedono spalancarsi nuove porte e opportunità di crescita sportiva e professionale, ma soprattutto un’ottima notizia per l’atleta paralimpica e oggi parlamentare reggina Giusy Versace che, ricordiamo, essere stata prima firmataria della Proposta di Legge sulle pari opportunità degli atleti con disabilità fisiche e sensoriali nei Gruppi Sportivi Militari e Corpi dello Stato, presentata nel 2019 e divenuta Decreto Legislativo, n. 36, il 28 febbraio 2021.

Il bando pubblicato ieri dal gruppo sportivo della Guardia di Finanza è solo il primo di una serie di altri bandi che interesseranno anche altri Gruppi Sportivi Militari e Corpi dello Stato.

1Finalmente si dà concretamente avvio alla piena attuazione al decreto legislativo con il quale è stato regolamentato l’accesso degli atleti paralimpici nei gruppi sportivi militari ed ai corpi civili dello Stato. Una notizia meravigliosa per tutti gli atleti con disabilità, che finalmente possono iniziare a sognare una carriera sportiva a tutti gli effetti, con un regolare contratto di assunzione e l’equiparazione in termini di stipendio ai colleghi olimpici, oltre a pari opportunità a fine carriera.

Nelle prossime settimane giungeranno ulteriori bandi di selezione – prosegue la Versace – così che nei prossimi mesi il lungo lavoro di ascolto e dialogo, a cui ho dedicato gli ultimi tre anni della mia esperienza parlamentare, vedrà pienamente la luce. Si tratta di un primo importante segnale che, nell’anno dei trionfi di Tokyo 2020 e in vista delle Paralimpiadi invernali di Pechino 2022, restituisce ai nostri campioni il giusto riconoscimento e le necessarie garanzie a tutte le persone con disabilità che vogliano approcciarsi anche allo sport agonistico. Un segnale di crescita ed evoluzione culturale importante per gli atleti, per i gruppi sportivi, per il Comitato Paralimpico stesso e per l’intera società» queste le parole di Giusy Versace.

top