sabato,Novembre 27 2021

Il candidato a sindaco Pazzano: «In cammino per cambiare la città»

Con due eventi nello scorso weekend si apre ufficialmente la campagna elettorale di Saverio Pazzano alle prossime amministrative, con il sostegno di Luigi de Magistris, sindaco di Napoli

Il candidato a sindaco Pazzano: «In cammino per cambiare la città»

Con due eventi nello scorso weekend si apre ufficialmente la campagna elettorale di Saverio Pazzano alle prossime amministrative, con il sostegno di Luigi de Magistris, sindaco di Napoli. Il candidato a sindaco Pazzano è «In cammino per cambiare la città». Un cammino condiviso e lanciato in rete dal Collettivo La Strada e la piattaforma municipale Nomi Cose Città R come Reggio.
Un percorso, quello del Collettivo La Strada dall’ampia visione, che si caratterizza per essere lungimirante ed europeista, in cui la città rappresenta un luogo in cui devono compiersi equità, libertà e giustizia sociale, una proposta politica interprete delle difficoltà e delle belle energie del Sud Italia e che sia capace di interpretare un vuoto e un’esigenza di cambiamento nel nostro Paese. Un movimento di persone, uomini e donne in movimento, che amano la città di Reggio Calabria, ma da troppo tempo vi si sentono stranieri, esuli in un Comune che nega ai suoi abitanti il decoro e i fondamentali diritti di cittadinanza.

La prima uscita pubblica del candidato a Sindaco Pazzano è stata sabato 26, all’auditorium Don Orione nel corso dell’incontro “Reggio è tornata. Da Sud tornare a essere città”, iniziativa organizzata dal Collettivo La Strada in collaborazione con il movimento nazionale Democrazia e Autonomia-demA e con la piattaforma municipale Nomi Cose Città. R come Reggio. Presenti Michele Conia, sindaco di Cinquefrondi e responsabile mezzogiorno di DemA, Luigi de Magistris. Domenica 27, invece, il Collettivo La Strada è tornato in cammino, insieme al sindaco di Napoli, per un “cammino urbano” che si è aperto con un incontro con Filippo Cogliandro, chef calabrese che si è ribellato alla ‘ndrangheta, presso il suo ristorante “L’A Gourmet. L’Accademia”, è proseguito presso il Lido Comunale sempre più in abbandono e si è concluso con l’ incontro con Tiberio Bentivoglio, imprenditore calabrese antiracket vittima di intimidazioni e testimone di giustizia, presso il suo negozio. A margine dell’esperienze Conia evidenzia come il progetto del “Collettivo La Strada” abbia alla base il coraggio delle scelte, l’amore incondizionato per i luoghi e la gente che li vive. Mentre per De Magistris: «Far convergere le autonomie è un nostro obiettivo. Sostenere persone pulite, che amano la loro terra, che con passione civile vogliono lottare per la giustizia, i beni comuni, la fratellanza. Per una Reggio liberata da mafie e potentati, per una Reggio del suo popolo. Comincia per voi una grande avventura per amore della vostra terra» ha concluso.

Articoli correlati

top