mercoledì,Giugno 16 2021

Alla mobilità cittadina si aggiunge il tassello del car sharing

Il servizio già operativo grazie al quale pendolari e turisti potranno muoversi in città. Il nuovo strumento sarà fruibile grazie ad una applicazione per smartphone

Alla mobilità cittadina si aggiunge il tassello del car sharing

Alla mobilità cittadina, si aggiunge il tassello del car sharing. Il servizio già operativo grazie al quale pendolari e turisti potranno muoversi in città. Il nuovo strumento sarà fruibile grazie ad una applicazione per smartphone. La presentazione stamattina nel corso della conferenza stampa dal Sindaco Giuseppe Falcomatà, da Francesco Perrelli, Amministratore Unico di Atam, da Lorenzo Benestare, dirigente del settore viabilità della Città Metropolitana e da Viviana Fedele, responsabile dell’Unità Risk management Atam.

Il servizio prevede stalli nei punti strategici del comune di Reggio, e servirà cittadini e turisti con un sistema informatizzato all’avanguardia. Entusiasta il sindaco: «Solo 4 anni fa era impensabile il raggiungimento di un simile obiettivo Una nuova sfida di mobilità ma anche di sostenibilità ambientale, grazie alle auto elettriche. Due giorni fa la classifica de Il sole 24 ore e Legambiente ha visto Reggio, seppur non ai primi posti, riuscire a scalare qualche posizione in classifica con riferimento all’ambiente, alle aree verdi, agli investimenti. Reggio cresce anche grazie alle politiche green. Ora i centri nevralgici della nostra città sono collegati con il servizio di car sharing, costruito su una reale sinergia istituzionale che porta risultati migliori in tempi più brevi. Il mio grazie – conclude Falcomatà – va agli uffici per la competenza e la tenacia che hanno dimostrato, superando problemi e lungaggini burocratiche».
Un nuovo tassello che si aggiunge alla mobilità cittadina, dopo l’approvazione del Piano urbano della mobilità sostenibile, dopo l’arrivo dei nuovi autobus e scuolabus, che hanno sostituito la quasi totalità della flotta di Atam, dopo l’avvio del servizio di bike shgaring, ecco il car sharing. «Un progetto – evidenzia ancora il primo cittadino che la MetroCity ha avviato attraverso un finanziamento del Ministero dell’Ambiente affidato, in convenzione, ad Atam che, scongiurato il rischio fallimento, sta assumendo in questi anni un respiro sempre più metropolitano. Cittadini, pendolari e turisti potranno muoversi in città con questo nuovo strumento che, attraverso una applicazione per smartphone, è a disposizione della città. Un servizio che in altre città è affidato a privati qui è gestito pubblicamente e rappresenta un’ulteriore dimostrazione di quanto l’Azienda di trasporti stia crescendo, e continuerà a crescere, in ragione dei nuovi servizi che le vengono affidati. Su questo si regge la sostenibilità di un’azienda». Falcomatà, su input di un cittadino, ricorda i 300 km di strade nuove, non rattoppate, realizzate senza risorse economiche interne.
«Abbiamo risolto le criticità che erano emerse nel corso della gestione precedente, abbiamo realizzato una serie di sistemi nuovi per lo sbloccaggio della macchina e la prenotazione – ha a giunto Perrelli – una centrale tecnica operativa che gestisce Atam con i suoi operatori e una centrale per la prenotazione online. Si potrà scaricare l’app dallo smartphone tramite un codice che viene trasmesso sul telefonino. Dodici stalli in tutta la città in cui poi le auto protranno essere rilasciate. Le auto possono essere lasciate anche nelle strisce blu senza nessun pagamento aggiuntivo. All’utente sono di 25 centesimi al minuto di realizzazione più un abbonamento di 25 euro l’anno».

Articoli correlati

top