Marina di Gioiosa e Brancaleone, domenica cittadini alle urne

Sfida Belcastro-Femia nella Locride. Per Garoffolo l'ostacolo è il quorum Si vota dalle 9 alle 23. Alto il rischio astensionismo
Sfida Belcastro-Femia nella Locride. Per Garoffolo l'ostacolo è il quorum Si vota dalle 9 alle 23. Alto il rischio astensionismo

Ultimi giorni di campagna elettorale per i comuni chiamati domenica prossima a rinnovare i consigli comunali che hanno subito lo scioglimento per infiltrazioni mafiose. Nel reggino riflettori puntati su Marina di Gioiosa Jonica e Brancaleone. A contendersi la poltrona di primo cittadino del popoloso centro della Locride saranno Giuseppe Belcastro, ambientalista, da sempre impegnato nel sociale e vicino al Movimento 5 Stelle, e Geppo Femia, avvocato penalista, già in passato vicesindaco e legato alla sinistra. Entrambi sono alla guida di due liste civiche all’interno delle quali sono molti i volti nuovi. A Brancaleone invece il rivale di Silvestro Garoffolo, tributarista ed in passato consigliere di minoranza, sarà il quorum. Affinchè la tornata elettorale sia valida, l’unica coalizione civica presentata dovrà infatti ottenere non meno del 50 per cento dei voti validi e dovranno votare almeno la metà degli aventi diritto. Il rischio astensionismo è tuttavia alto in entrambi i paesi. Ai candidati in campo il compito di convincere gli indecisi e di portare al voto chi al momento è deciso a disertare l’appuntamento. Le urne saranno aperte domenica 9 ottobre dalle 7 alle 23. Lo spoglio comincerà subito dopo.