sabato,Novembre 28 2020

Caos a palazzo San Giorgio. La questione “transfughi” finisce nella chat di maggioranza

I consiglieri comunali in odore di passare a destra tengono ancora le deleghe. Solo Paris ha avuto un confronto con Falcomatà. I partiti di centrosinistra vogliono chiarezza e hanno intenzione di chiedere un incontro al primo cittadino

Caos a palazzo San Giorgio.    La questione “transfughi” finisce  nella chat di maggioranza

Il caso “transfughi” agita palazzo San Giorgio. Dopo le indiscrezioni riportate da “Il Reggino” in ordine ai tanti movimenti sotterranei che segnalano un chiaro smottamento verso destra, le vicende legate ai consiglieri comunali Nicola Paris, Demetrio Marino e Antonino Mileto sono finite nella chat di WhatsApp della maggioranza.

Una lunga discussione sulla necessità di fare chiarezza su quanto sta avvenendo, considerando che i tre consiglieri sono ancora in possesso delle varie deleghe assegnate, a suo tempo, dal sindaco Giuseppe Falcomatà.

Dei tre consiglieri pronti ai saluti, ma il fermento sembra pronto ad estendersi ad altri, soltanto Nicola Paris ha affrontato la discussione con il primo cittadino. In un faccia a faccia, che ha avuto luogo a palazzo Alvaro, Paris ha chiarito le proprie intenzioni al primo cittadino annunciando la sua intenzione di provare l’avventura alle regionali, ma con la maglia dell’Udc. Falcomatà gli avrebbe risposto di prendersi qualche tempo per “pensarci”. Nel frattempo, però, non è chiaro se lo stesso Paris abbia o meno restituito le deleghe.

Non lo hanno fatto di sicuro, invece, Demetrio Marino e Antonino Mileto che non hanno neanche affrontato mai la loro posizione con il primo cittadino e con i suoi. Come hanno fatto notare molti componenti della maggioranza durante la discussione in chat. E neanche durante la discussione virtuale gli stessi hanno compiuto alcun intervento, pur continuando a farne parte e leggendo, dunque, il malumore dei colleghi.

Ovviamente la situazione si mantiene esplosiva e dovrà essere affrontata immediatamente dal sindaco che, secondo gran parte dei suoi, ha fin qui trattato la vicenda con troppa superficialità.

Fuori chat diversi consiglieri di centrosinistra stanno valutando l’opportunità di chiedere la convocazione di un vertice di maggioranza per fare chiarezza in maniera definitiva.

Una richiesta che provocherebbe non pochi brividi in casa Pd dove il barometro segna tempesta,  anche in considerazione degli eventi sul piano regionale dove la candidatura di Florindo Rubbettino governatore potrebbe dare il via ad una profonda spaccatura nel partito con la fuoriuscita di Mario Oliverio e dei suoi che si porterebbe via anche i fedelissimi di palazzo San Giorgio, a partire dal consigliere Rocco Albanese.