domenica,Novembre 29 2020

Emergenza rifiuti, i sindaci della Piana protestano a Gioia Tauro

I primi cittadini si sono ritrovati davanti al termovalorizzatore. Poi la trasferta in prefettura a Reggio. Si rischia una vera paralisi con gravi conseguenze

Emergenza rifiuti, i sindaci della Piana protestano a Gioia Tauro

di Francesco Altomonte – I sindaci della Piana di Gioia Tauro si sono ritrovati stamattina al termovalorizzatore di Gioia Tauro per protestare contro il fatto che non riescono più a conferire da dieci giorni. L’assemblea, stamane, si è svolta negli uffici dell’impianto e hanno deciso di andare dal prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani, e cercare, già dal primo pomeriggio, di fissare un appuntamento con il presidente della Regione, Mario Oliverio.

Il sindaco di Gioia Tauro, Aldo Alessio, ha sentito Oliverio nel corso dell’assemblea ed ha puntualizzato che si tratta di un problema che non riguarda solo l’Ato di Reggio Calabria, quindi la provincia reggina, ma che, da qui a due mesi, quando anche la discarica di Sovreco sarà satura, la questione diventerà calabrese. Quindi la provincia di Reggio rischia una crisi sui rifiuti da qui a venti giorni se non si riesce a risolvere almeno temporaneamente, ma, nell’arco di uno o due mesi, la situazione “infetterà” l’intera regione. Quindi i sindaci intorno alle 11 sono partiti per incontrare il prefetto e sperano di riuscire a fissare nel pomeriggio un incontro in “Cittadella” con Oliverio.