sabato,Novembre 28 2020

Bene confiscato concesso all’Associazione italiana contro le leucemie-linfomi

L'associazione ha vinto un bando del Comune ed ha concluso il complesso iter burocratico previsto da normativa nazionale antimafia e regolamento

Bene confiscato concesso all’Associazione italiana contro le leucemie-linfomi

Un bene confiscato sarà concesso all’Ail (Associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma onlus) di Reggio Calabria. È stata firmata qualche minuto fa la concessione del bene. A darne notizia, dal suo profilo Facebook, è Nancy Iachino, consigliere comunale con delega ai beni confiscati.

«L’associazione – afferma Iachino – ha vinto un bando del Comune e oggi, concluso il complesso iter burocratico previsto da normativa nazionale antimafia e regolamento comunale, inizia un nuovo percorso di gestione condivisa. La restituzione dei beni confiscati alla comunità passa necessariamente attraverso il coinvolgimento di realtà virtuose che al nostro fianco lavorano per il bene comune».

Ma non finisce qui. «Nei prossimi giorni altri beni saranno assegnati e la mia speranza è di riuscire a pubblicare presto un nuovo bando. Ringrazio la responsabile arch. Ketty Spinelli e il dirigente Daniele Piccione per il prezioso lavoro quotidianamente svolto. Grazie infine – conclude la consigliera comunale – alla presidente Ail Rosalba di Filippo e la tesoriera Olga Spanò. La pazienza, la dedizione e la passione con cui hanno condotto il percorso per l’acquisizione del bene non lasciano dubbi su una futura virtuosa gestione».