martedì,Ottobre 19 2021

Salvini chiede il sindaco a Reggio. E in Fdi la prendono assai male…

La tensione tra gli alleati è massima dopo la missione calabrese del leader della Lega. Il partito di Giorgia Meloni teme che dall'accordo tra Carroccio e Forza Italia possa saltare la candidatura del sindaco in riva allo Stretto

Salvini chiede il sindaco a Reggio. E in Fdi la prendono assai male…

Matteo Salvini arriva a Reggio e spariglia la corsa verso le comunali. Dall’Auditorium Calipari di palazzo Campanella ha annunciato una facile vittoria del centrodestra alle prossime regionali, a prescindere dal candidato, e poi ha auspicato il bis alle comunali fissate per la prossima primavera “con un candidato leghista”.

L’annuncio non sembra aver fatto molto piacere a Fratelli d’Italia, i cui esponenti, non a caso, si sono tenuti alla larga dall’incontro della Lega al quale ha fatto capolino, invece, il deputato azzurro Francesco Cannizzaro che, in un momento di confusione altissima all’interno del suo partito, scruta con attenzione l’orizzonte e segue con attenzione le evoluzioni politiche.

Fratelli d’Italia che ha già rinunciato all’opzione Wanda Ferro in chiave regionali non sembra intenzionato a fare la stessa cosa in vista della corsa verso palazzo San Giorgio. Pertanto la “sparata” del leader leghista non è per nulla piaciuta al centrodestra reggino che ancora aspetta di capire quali saranno gli uomini e gli eventuali candidati del Carroccio. Se il consigliere comunale Emiliano Imbalzano è un sicuro punto di riferimento e Tilde Minasi può essere considerata candidata certa alle prossime regionali, per il resto rimane alta la confusione. Né l’incontro del Consiglio regionale è servito più di tanto a chiarire la situazione, considerato anche che la platea è stata riempita anche da diverse centinaia di supporter provenienti dalla vicina Messina.

L’incertezza sulla scelta del candidato governatore, inoltre, sta esasperando i rapporti tra gli alleati. Con Fratelli d’Italia tra le forze più indispettite in attesa che Giorgia Meloni sabato possa dare qualche indicazione più precisa. I ricatti in atto tra il partito di Silvio Berlusconi e la Lega stanno andando per le lunghe e creando problemi anche nella composizione delle liste. E a Reggio si comincia a pensare che si possano replicare le divisioni già andata in scena su scala regionale. Gli uomini di Giorgia Meloni che stanno avendo un boom di consensi e di richieste di candidatura temono che un eventuale mediazione tra Salvini e Berlusconi sulla Calabria possa poi avere come corollario l’esclusione delle aspirazioni di Massimo Ripepi e compagnia sulle comunali. Sarà faticoso, dopo la scelta del candidato governatore, far ripartire il tavolo delle trattative in riva allo Stretto.

Riccardo Tripepi

Articoli correlati

top