venerdì,Novembre 27 2020

Coronavirus, Villa S.G.: c’è un’ordinanza per far fronte all’emergenza

Ravvisata l’esigenza nonché l’urgenza di adottare provvedimenti a tutela della salute pubblica su tutto il territorio comunale in coerenza con le disposizioni mondiali e nazionali

Coronavirus, Villa S.G.: c’è un’ordinanza per far fronte all’emergenza

Coronavirus, Villa S.G.: c’è un’ordinanza per far fronte all’emergenza. In linea con le direttive istituzionali mondiali e nazionali il Comune di Villa San Giovanni già da qualche giorno si è messo in azione per contrastare la diffusione del coronavirus nel territorio di competenza e non solo. A tal fine ieri il sindaco facente funzioni Maria Grazia Richichi ha firmato un’ordinanza avente ad oggetto appunto l’emergenza sanitaria per Covid-19.

Ravvisata l’esigenza nonché l’urgenza di adottare provvedimenti a tutela della salute pubblica su tutto il territorio comunale in coerenza con le disposizioni mondiali e nazionali, il primo cittadino villese ordina «a tutti coloro che rientrano sul territorio comunale provenendo o avendo transitato o sostato dal 1 febbraio 2020 nei Comuni interessati dall’espansione epidemica, indicati dall’allegato 1 DPCM 23/02/2020 (Lombardia: Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini; – Veneto: Vò), oltre che dalle altre aree internazionali già definite a rischio (soprattutto Cina, Giappone, Corea del Sud, Corea del Nord ed Iran), di comunicare a questo Ente (recapiti sotto indicati), all’Asp ed ai medici di famiglia il loro rientro in modo da valutare misure di quarantena attiva volontaria presso il proprio domicilio anche senza sintomi».

Il sindaco Richichi invita «quanti provengono dalle Regioni interessate dall’espansione epidemica (Lombardia, Piemonte, Veneto e Emilia Romagna) ad effettuare i medesimi adempimenti».

E ancora ordina «alle locali autorità scolastiche di segnalare la presenza di personale docente, studentesco o ausiliario proveniente dalle aree a rischio; agli operatori economici presenti sul territorio comunale di segnalare la presenza di clienti o fornitori provenienti dalle aree a rischio; segnatamente, agli operatori economici del settore alberghiero e dell’ospitalità in genere, di segnalare la presenza di ospiti provenienti dalle aree a rischio».

Quindi invita «le locali autorità scolastiche nonché gli organizzatori di eventi, di valutare l’opportunità di tenere od organizzare, presso le strutture di relativa competenza, convegni o qualsiasi altro evento che preveda l’arrivo di partecipanti da aree già definite a rischio».

E naturalmente il sindaco Richichi raccomanda «a tutti i cittadini di rispettare tutte le misure igieniche e sanitarie già ampiamente diffuse dalle organizzazioni sanitarie riconosciute; a tutti i cittadini che ne ravvisino l’esigenza, di contattare i numeri di emergenza 800 767676. oppure 1500 nonché 0961883346 e 0961883016, resi noti dalla Regione Calabria», precisando infine che «la comunicazione di rientro può essere effettuata al Comune: tramite invio e-mail all’indirizzo: [email protected] ; oppure via posta ordinaria all’indirizzo: [email protected] del modello reperibile sul sito del Comune di Villa San Giovanni www.comune.villasangiovanni.rc.it, in quest’ultimo caso il modello dovrà essere accompagnato da copia di un documento di identità valido; telefonicamente al numero 09657934218 – sett. Affari Generali serv. Personale, durante gli orari di ufficio».