lunedì,Novembre 30 2020

Marra: «Coronavirus sotto controllo ma la sanità reggina è allo sbando»

L'esponente di Fratelli d'Italia sottolinea andranno a casa interi reparti che saranno sguarniti di personale qualificato con tutte le ripercussioni sui pazienti

Marra: «Coronavirus sotto controllo ma la sanità reggina è allo sbando»

Pietro Marra: «Coronavirus sotto controllo ma la sanità reggina è allo sbando». «Purtroppo da giorni si parla della scadenza contratto di fine mese per circa 70 infermieri – scrive Pietro Marra, responsabile provinciale della protezione civile per Fratelli d’Italia – ai quali era già stato rinnovato nel dicembre scorso, visto che erano stati assunti da circa un anno in sostituzione di personale. Se andranno a casa interi reparti saranno sguarniti di personale qualificato con tutte le relative conseguenze e ripercussioni sui pazienti».


E, prosegue Marra «La sanità reggina è già in condizioni di emergenza, poiché viene da anni di piano di rientro dal debito sanitario, con la conseguente impossibilità di garanzia dei livelli essenziali di assistenza; la mancanza di tale personale considerando anche l’emergenza nazionale del “Coronavirus -covid-19-” con turni massacranti di tutto il personale medico e infermieristico non potrà che generare ulteriori preoccupazioni in tutto l’ambiente sanitario.

Il Dipartimento Provinciale di Protezione Civile (FDI) – chiude Marra – si sta attivando sul territorio con dei referenti per ogni settore delicato ed importante, in cui vediamo carenze da affrontare, ed in questo specifico caso il referente per la sanità è Giuseppe Leonardo, vista la sua professione di infermiere, il quale si è messo a disposizione per affrontare e mettere all’attenzione delle Istituzioni tutte queste carenze».