mercoledì,Dicembre 2 2020

Chizzoniti: «Attendiamo di conoscere il candidato sindaco del centrodestra»

Reggio, l'ex presidente del consiglio comunale bacchetta gli alleati politici che, ad oltre un mese dalle regionali, non hanno ufficializzato un nome per le comunali

Chizzoniti: «Attendiamo di conoscere il candidato sindaco del centrodestra»

Chizzoniti: «Attendiamo di conoscere il candidato sindaco del centrodestra». L’ex presidente del consiglio comunale bacchetta gli alleati politici che, ad oltre un mese dalle regionali, non hanno ufficializzato un nome per le comunali»

Così scrive Aurelio Chizzoniti: «È già decorso oltre un mese dalla recente consultazione regionale che ha eletto la massima assise legislativa calabrese, il cui insediamento è già stato preannunciato per il prossimo nove marzo, nelle cui dinamiche, qualche stonato cantastorie aveva urbi et orbi affermato che immediatamente dopo la conclusione della campagna elettorale sarebbe stato indicato il candidato a Sindaco da parte del Centro Destra.

I fatti dimostrano che, invece, imperversa la tragicomica retorica di qualche improvvido “puparo” che ritiene di aver varcato abbondantemente la soglia dell’immortalità, per cui ostenta improponibile superiorità morale, sempre e comunque proteso ad arruolare, nella già folta schiera di paggetti gattopardeschi, pedine invertebrate omologabili a logiche tutt’altro che condivisibili di potere affaristico.

E così, mentre vengono liquidati, con ostentata supponenza, candidature del calibro del Dott. Eduardo Lamberti Castronuovo (imprenditore illuminato), prospettando infidamente teoremi sul baratro dell’assurdo “non si vuole candidare”, autentico falso storico, la mia disponibilità viene accuratamente elusa perché “ragiono in proprio” ed, inoltre, sarei anagraficamente vecchio, per cui qualcuno, con comicità visionaria, ritiene che una città come Reggio Calabria, afflitta ed affetta da insidiosissime patologie, si possa governare con la giovane età… .

Dimenticando le performance politiche, di altissimo livello, degli ultraottantenni Giacomo Mancini, Cecchino Principe, Ciriaco de Mita, Saverio Zavettieri, eletto Sindaco di Bova quasi ottantenne, ai quali vanno aggiunti l’On.le Napolitano, apprezzato Presidente della Repubblica a novantuno anni, senza dimenticare che Winston Churchill formò il suo ultimo governo a 78 anni, non nel comune di “Rocca Cannuccia”, per dirla con l’inimitabile Franco Scoglio, ma governando per tutta la legislatura, quindi per quattro anni, il Regno Unito!

Ne deriva che di uomini di spessore, competenti, esperti, idonei a fronteggiare adeguatamente la dilagante delinquenza burocratica che opprime le strutture comunali, animati da autentico spirito di servizio nei confronti della collettività reggina, in questo Centro Destra non si avverte la benché minima disponibilità a sentir parlare.

Alimentando fatalmente, con smisurato narcisismo, ambigue soluzioni para-politiche prospettate con ostentata arroganza. La storia cittadina, ormai è risaputo, indossa sempre nuove maschere con altezzoso fanatismo politico, prospettando strategie di bassissimo profilo finalizzate esclusivamente a garantirsi la “conservatio” delle postazioni di potere occupate, così come chiaramente emerso nel contesto dell’appena conclusa campagna elettorale regionale.

Personalmente – conclude Chizzoniti – non ho il benché minimo dubbio nel ritenere, come già detto in precedenza, che il sindaco Falcomatà abbia zero possibilità di essere rieletto, salvo una, dico una soltanto, che però non dipende dal Sindaco in carica, ma è saldamente ancorata alla idiozia, allo stato, dominante nel Centro Destra. Sul punto, in sintonia con il mio stile estremamente chiaro, anticipo che, secondo il mio modestissimo punto di vista, “si è sempre responsabili di quello che non si è saputo, o voluto evitare!”».