lunedì,Novembre 23 2020

Maria Antonietta Rositani torna a Reggio Calabria. L’annuncio del deputato Francesco Cannizzaro

Il parlamentare con un post su Facebook rivela: «È in autostrada, sta tornando». Lei felice: «Grazie angelo mio»

Maria Antonietta Rositani torna a Reggio Calabria. L’annuncio del deputato Francesco Cannizzaro

Maria Antonietta Rositani in viaggio in auto per tornare a Reggio Calabria. E l’annuncio arriva dai social: «Grazie angelo mio ti voglio troppo bene, finalmente a casa grazie, mi sembra un sogno e lo è solo che tu lo hai avverato» con dedica al deputato di Forza Italia, Francesco Cannizzaro.

Lo aveva chiesto a gran voce dall’ospedale di Bari Maria Antonietta, che solo un anno fa era stata bruciata e quasi uccisa dall’ex marito: «Faccio un appello al Gom di Reggio Calabria, affinchè mi possa accogliere, la chirurgia generale mi possa garantire che possa stare bene nella mia città. Tutta la mia famiglia in questo momento è a Reggio, io sono sola qui, la mia famiglia è a Reggio. È brutto, non ho più voglia di andare avanti».

La sua paura era quella di non riuscire a ricevere le medicazioni in anestesia, considerato che nel nosocomio pugliese, le sale operatorie non sarebbero state più a disposizione per le sue dolorose cure a causa dell’emergenza coronavirus. E poi aveva paura la donna, paura di ammalarsi lontano da casa o di essere trasferita in un reparto dell’ospedale in cui avrebbe potuto essere raggiunta da qualcuno che potesse farle del mare.

L’angelo liberatore, Francesco Cannizzaro, dal suo profilo Facebook spiega: «È passato un anno da quel terribile 12 marzo in cui Maria Antonietta Rositani fu aggredita e data alle fiamme…da allora è ricoverata a Bari dov’è stat acurata in modo amorevole. Adesso Maria Antonietta si trova in autostrada e finalmente sta facendo rientro a Reggio, mi ha chiesto di annunciare questa splendida notizia che mi riempie di gioia e ci regala un sorriso in un momento difficile.

Abbiamo trovato la soluzione ideale affinchè possa essere accolta e curata agli Ospedali Riuniti dalle nostre eccellenze mediche, e sono orgoglioso di poter urlare : Bentornata a casa!».