martedì,Settembre 29 2020

Elezioni Reggio Calabria, Marino e Martorano: «La nostra politica è per la parità di genere»

I due candidati: «A partire dalle candidature a Reggio Calabria abbiamo bisogno di creare una piattaforma sociale che applichi il diritto alle pari opportunità in tutti gli ambiti»

Elezioni Reggio Calabria, Marino e Martorano: «La nostra politica è per la parità di genere»

La coppia con il consigliere uscente Demetrio Marino e la nascente figura politica della candidata Sabrina Martorano ha attivato una proposta in se semplice che costituisce un’opportunità concreta e di valore. Essere vicini e presentarsi fin dal ‘santino’ come candidatura abbinata da’ il senso di completezza nella logica della Rappresentatività.

Di comune accordo, un uomo e una donna propongono la doppia preferenza che in questa tornata elettorale consente di esprimere il voto di genere, non sempre è concesso. Questa proposta nasce non solo a conferma di un diritto ma piuttosto per una scelta di opportunità che in ogni sede istituzionale avrà il merito di rappresentare il punto di vista di tutti. Durante il discorso di presentazione i candidati hanno espresso il loro peculiare aspetto: la candidata al consiglio comunale ha parlato di sé come rappresentante che i reggini dovrebbero individuare quale professionista eclettica, legata al senso di famiglia, all’istruzione e alla formazione, nonché alla tutela dei diritti delle donne per soddisfare i bisogni della comunità ricca com’è quella reggina.
Il candidato Marino ha ricordato che il suo motto è «fare politica a partire dai territori» perché ciò rafforzare la ragione d’essere politici a servizio dei cittadini.
Ciascuno con il proprio carattere potrà agire prediligendo temi cui è più propenso.
Così Sabrina Martorano dice di sé: «Rappresento la parte della politica equa che vuole ricostruire l’assistenza alle donne che lavorano e affrontano quotidianamente la difficile gestione del routine familiare, svolgendo il ruolo chiave di custodi e curatrici domestiche. Contribuirò a costruire il welfare con proposte attuabili a supporto dei minori e dei giovani in cerca di prima occupazione, per dare loro la formazione in risposta adeguata all’occupazione che cercano».


Dal canto suo Marino ha in programma di strutturare tutti quei servizi sociali che oggi siamo costretti a pagare privatamente, per le tutele di tutti i cittadini: strade, piazze, infrastrutture e scuole.
Entrambi ricordano che le soluzioni ai problemi si trovano in consiglio comunale, concordando e mediando diverse esigenze per il bene comune. Il principio dell’accordo e della mediazione sono fondamentali perché per raggiungere la realizzazione di un progetto, si deve cambiare, costruendo nuove e diverse posizioni, comunque bilanciando impegno e capacità.


Insieme pongono attenzione, passione e studio, aggiungendo esperienza e rettitudine morale con forte spirito di responsabilità vorrebbero dare qualcosa di duraturo, con spiccato senso civico e con l’intenzione di contribuire allo sviluppo di un principio di equità sociale.

L’abbinata di Fratelli d’Italia Sabrina Martorano – Demetrio Marino consacrata dal favorito candidato sindaco del Centro destra Dott. Nino Minicuci e dall’attuale coordinatore provinciale del partito FDI Denis Nesci, sarà sfruttata sull’onda della volontà di cambiamento e per affermare le idee di libertà e giustizia sociale che sono alla base della campagna elettorale sotto gli occhi di tutti e a disposizione dei cittadini a seguito delle elezioni.